giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Confermata sentenza di morte, per il prigioniero politico Jafar Kazemi

Iran: Confermata sentenza di morte, per il prigioniero politico Jafar Kazemi

ImageConfermata sentenza di morte, per il prigioniero politico Jafar Kazemi, arrestato negli ultimi anni della rivolta in Iran!

una corte d'appello ha confermato la condanna a morte di Jafar Kazemi. La condanna è stata confermata dalla 36° Sezione della Corte d'Appello, presieduta da Hojjatoleslam Zargari.

La sua avvocato Signora Ghanavi ha dichiarato ad un sito web dei diritti umani che il suo cliente ha trascorso lunghi periodi in isolamento.

Jafar Kazemi, un litografo di libri e opuscoli per l’Università Amir Kabir è stato arrestato il 18 settembre 2009 nella Piazza “Haft e Tir” e trasferito al reparto isolamento nella sezione 209 per 74 giorni prima di essere trasferito al reparto 350 della prigione di Evin. In precedenza era stato imprigionato tra il 1981 e il 1989.

La moglie di Jafar Kazemi Rudabeh Akbari ha scritto al Segretario Generale delle Nazioni Unite, chiedendo che prenda delle misure per fermare l'esecuzione del marito. Egli è stato originariamente condannato dalla 28° sezione del tribunale rivoluzionario.

La Signora Ghanavi ha dichiarato che il suo cliente è stato condannato con l’accusa di essere "mohareb" ovvero uno che " in guerra contro Dio" per la sua presunta appartenenza all’Organizzazione Mujahedin-e Khalq. Mr Kazemi non ha accettato quest’accusa durante il suo interrogatorio.

Secondo l'avvocato di Mr. Kazemi, studiosi sciiti affermano che l'accusa di "mohareb" viene mossa contro coloro che sono insorti in rivolta armata contro il governo. Signora Ghanavi spiega che questo non è il caso del suo cliente. Si crede che egli abbia partecipato a raduni post-elettorali e scandito slogan, ma il suo avvocato dice che l'accusa di "mohareb" non è vera.

Nasim Ghanavi ha dichiarato che il loro appello non è mai stato veramente in considerazione e che l'accusa di "moharab" non è mai stata esaminata da parte del giudice. Il suo fascicolo è stato ora inviato per attuare la realizzazione della condanna e non vi è alcun ricorso legale per salvare la vita di Jafar Kazemi.
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,485FollowersFollow