mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran: CGIL Abruzzo condanna l'uccisione dei lavoratori

Iran: CGIL Abruzzo condanna l’uccisione dei lavoratori

ImageLa CGIL Abruzzo, nell’esprimere la più ferma condanna dell’attentato terroristico che il 29 maggio c.a, alle 7,45 ha fatto esplodere un auto di lavoratori diretto al campo Ashraf, a nordest di Bagdad uccidendone 13 e ferendone gravemente altri 15, si associa alla denuncia che la Signora Sedigheh Hosseini, prima responsabile dei Mojahedin del popolo ha presentato all’ONU, al Governo iracheno, al Consiglio di Sicurezza dell’ONU affinchè non solo vengano identificati e puniti prontamente gli esecutori dell’odioso atto criminale, ma sia condannata e fermata definitivamente la persecuzione in atto da parte del regime iraniano contro i cittadini e i rifugiati politici iraniani residenti ad Ashraf.

  Segretario generale

Pescara li, 1.6.2006                                                                             

                                                        Al presidente dell’Assemblea Generale ONU

                                                         Excellency Hoshyar Zebari
                                                         Forein Minister of Iraq – Bagdad

                                                        Excellency Jalal Talebani
                                                        President of Iraq – Bagdad

                                                        Ambassador Zalmay Khalilzad
                                                        Excellency of the USA.
                                                        Bagdad –Iraq

La CGIL Abruzzo, nell’esprimere la più ferma condanna dell’attentato terroristico che il 29 maggio c.a, alle 7,45 ha fatto esplodere un auto di lavoratori diretto al campo Ashraf, a nordest di Bagdad uccidendone 13 e ferendone gravemente altri 15, si associa alla denuncia che la Signora Sedigheh Hosseini, prima responsabile dei Mojahedin del popolo ha presentato all’ONU, al Governo iracheno, al Consiglio di Sicurezza dell’ONU affinchè non solo vengano identificati e puniti prontamente gli esecutori dell’odioso atto criminale, ma sia condannata e fermata definitivamente la persecuzione in atto da parte del regime iraniano contro i cittadini e i rifugiati politici iraniani residenti ad Ashraf.

                                                                                                Il Segretario Generale
                                                                                                   Franco Leone

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow