martedì, Novembre 29, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: appello perché sia fatta giustizia nel 25° anniversario dell’esecuzione di 30.000...

Iran: appello perché sia fatta giustizia nel 25° anniversario dell’esecuzione di 30.000 prigionieri politici

Nessuno Tocchi Caino – 25 anni dopo l’inizio del massacro dei prigionieri politici, ordinato da Khomeini nell’estate del 1988, non sono mai stati processati i responsabili di quello che è da considerarsi un crimine contro l’umanità, con l’eccidio in pochi mesi di circa 30.000 persone. Molti di coloro che fecero parte della catena di comando del regime occupano ancora posti chiave.

Le esecuzioni avvennero sulla sola base della fatwa emessa da Khomeini, che aveva dichiarato tutti i membri dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo dell’Iran e i loro sostenitori ‘nemici di Dio’ (mohareb), con ciò automaticamente decretandone la morte. Di migliaia di condannati si persero le tracce per molto tempo, prima che familiari o amici trovassero i loro corpi o ricevessero informazioni precise.

 

Mentre il regime dei mullah non processerà mai i responsabili, i crimini contro l’umanità – così come i crimini di guerra e il genocidio – possono essere perseguiti della comunità internazionale attraverso tribunali speciali stabiliti dal Consiglio di Sicurezza dell’ONU.

Nessuno tocchi Caino si unisce alle organizzazioni internazionali che chiedono che il massacro perpetrato 25 anni fa in Iran sia oggetto di una Commissione internazionale indipendente d’inchiesta promossa dall’Alto Commissario dell’ONU per i Diritti Umani, che sia istituita dalle Nazioni Unite una Giornata Mondiale per onorare la memoria di quelle vittime e che la materia sia affidata a un Tribunale internazionale dell’ONU.

Associazione Nessuno Tocchi Caino

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,396FollowersFollow