giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran - APCE: 123 parlamentari di 46 paesi europei sostengono "la terza...

Iran – APCE: 123 parlamentari di 46 paesi europei sostengono “la terza soluzione” di Maryam Rajavi

ImageCNRI – Nella mattinata del 28 gennaio, in apertura della seduta plenaria dell'Assemblea parlamentare del consiglio dell'Europa è stata resa pubblica una dichiarazione sull'Iran sostenuta da 123 parlamentari di 46 paesi del mondo.

I parlamentari manifestano il loro sostegno la terza soluzione di Maryam Rajavi come la principale soluzione alla crisi della dittatura religiosa al potere in Iran. Tra i firmatari sono presenti 12 presidenti di delegazioni di paesi e cinque vicepresidenti dell'APCE.

Ecco il testo della dichiarazione sull'Iran dell'APCE:

" Milioni di iraniani chiedono la libertà e la democrazia. Le forze repressive hanno ucciso e ferito migliaia di persone e ne inseguono alcune come " mohareb", cioè in guerra contro Dio. Secondo le autorità, poiché l'opposizione organizzata dei Mojahedin del popolo Iraniano esiste da sempre, ogni sostegno ad essa o ogni relazione con essa sono considerati atti di " moharebeh", punibili con la pena di morte. Per mettere fine al sollevamento, il regime vuole che le forze irachene eliminino i suoi 3400 oppositori al campo di Ashraf. L'attacco contro questo campo nel luglio 2009 ha causato l'uccisione di 11 uomini e il ferimento di circa cinquecento persone.
Tuttavia, l'insurrezione continua con le grida di " Morte a Khamenei", che ha per obiettivo il rovesciamento del regime.

" Sosteniamo la Terza possibilità rappresentata dalla dirigente dell'opposizione la Sig.ra Maryam Rajavi per attuare un cambiamento democratico da parte del popolo iraniano la sua resistenza, ed esortiamo il Consiglio di Sicurezza, il Consiglio dell'Europa e l'Unione europea a prendere delle misure di emergenza per liberare i prigionieri politici ed impedire la repressione degli insorti. Continuare le relazioni con l'Iran deve essere basato sul miglioramento completa dei diritti umani. L'ONU deve proteggere i residenti di Ashraf e le forze americane devono garantire la loro incolumità.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,483FollowersFollow