giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: Ahmad Khatami, terrorizzato per il proseguimento delle rivolte, dice che i...

Iran: Ahmad Khatami, terrorizzato per il proseguimento delle rivolte, dice che i manifestanti sono ribelli e devono essere giustiziati

Rivolte in Iran – No. 66

“Noi costruiremo missili, aumenteremo la loro portata e appoggeremo Hezbollah più che potremo”

Dopo le continue proteste della popolazione e dei giovani, il 1° Febbraio, alla vigilia del 40° anniversario del governo del fascismo religioso in Iran Khamenei, leader supremo di questo regime corrotto, ha inviato il Mullah Ahmad Khatami, membro del consiglio dell’Assemblea degli Esperti, alla preghiera del venerdì di Teheran per intimidire la popolazione in rivolta.

Khatami, terrorizzato per la rabbia dimostrata dal popolo verso il malvagio regime del velayat-e faqih e verso Khamenei, ha definito questo enorme usurpatore, nonché più grosso ladro della storia dell’Iran “il giusto sovrano dell’Islam” ed ha aggiunto: “L’ho detto durante la sedizione del 2009. Lo dico anche adesso che nella nostra giurisprudenza, quello che scende in strada contro il giusto sovrano dell’Islam, che appicca il fuoco e uccide la gente, è un ribelle contro l’Islam e nella nostra giurisprudenza la condanna per lui è la morte. Dobbiamo combattere i rivoltosi, che siano essi studenti, religiosi o altro… Voi dovete essere furiosi con i capi dei rivoltosi e punirli in maniera definitiva” (Fars, agenzia di stampa dell’IRGC – 2 Febbraio).

Il Mullah Khatami, di fronte alla comunità internazionale che vuole fermare il programma missilistico del regime, in maniera ridicola ha attribuito le attività missilistiche al Corano, dicendo: “Per ordine del Corano, nel campo della deterrenza, noi fabbricheremo quanti missili vogliamo, aumenteremo la loro portata quanto vogliamo e non negozieremo su questo con nessuno e non permetteremo a nessun governo di interferire. Il ministro francese e gli altri si dovranno togliere le cuffie dalle orecchie e se vorranno negoziare su questa questione, noi risponderemo loro in anticipo”.

Mentre la macchina bellica del regime e la sua esportazione del terrorismo vacillano ogni giorno di più, Khatami ribadisce il proseguimento dell’esportazione del terrorismo e il sostegno ai gruppi terroristici. E ha detto: “L’Iran non ha mai rinunciato e non rinuncerà mai a questo supporto. Noi consideriamo Hezbollah una nobile organizzazione e un difensore della patria”.

E’ finito il tempo delle minacce per Khamenei e Khatami. Il popolo si è ribellato e i giovani   sono  determinati a rovesciare il fascismo religioso al potere in Iran. Il regime del velayat-e faqih verrà sepolto per sempre con tutte le sue bande, così il popolo dell’Iran, la regione e il mondo se ne sbarazzeranno.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

2 Febbraio 2018

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,407FollowersFollow