domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: 22 esecuzioni, tra cui quella di una ragazza, e 3 esecuzioni...

Iran: 22 esecuzioni, tra cui quella di una ragazza, e 3 esecuzioni pubbliche

Fatemeh Salehbe, giustiziata a Shiraz, aveva solo 17 anni all’epoca del suo arresto

Mentre la comunità internazionale celebrava il “10 Ottobre – Giornata Mondiale contro la Pena di Morte”, il criminale regime dei mullah impiccava 22 persone. 17 condannati sono stati impiccati il 12 Ottobre.

Martedì 13 Ottobre i boia del regime hanno impiccato una ragazza che aveva solo 17 anni all’epoca del suo arresto, dopo che aveva sofferto sette anni nella prigione di Adelabad a Shiraz. Questa pena crudele è stata eseguita nonostante gli appelli delle organizzazioni internazionali per i diritti umani a risparmiarle la vita.

La mattina del 12 Ottobre, tre prigionieri sono stati impiccati in pubblico a Kazeroon per “scontri armati” con le forze di sicurezza e militari e per aver “provocato allarme nelle contee di Bushehr, Mamasani e Kazeroon” con la falsa accusa creata dai mullah di “diffusione di corruzione sulla terra e inimicizia verso Dio”.

Questo stesso giorno, con un altro atto criminale, otto detenuti sono stati impiccati collettivamente nella prigione di Darya ad Urmia. Contemporaneamente, sei detenuti condannati a morte sono stati impiccati nella prigione centrale di Karaj.

Il 10 e l’11 Ottobre, altri quattro detenuti sono stati impiccati nelle carceri di Rasht e Bandar Abbas. Mohsen Tima, un detenuto di Bandar Abbas, arrestato quando aveva 20 anni, è stato impiccato l’11 Ottobre dopo aver sofferto 15 anni nelle prigioni medievali del regime.

Mentre il cappio delle lotte interne al regime, del crescente malcontento sociale, della crisi interna ed internazionale si stringe attorno al collo del regime, questo non ha trovato altra via di fuga che aumentare la repressione e intensificare le barbare esecuzioni arbitrarie per salvarsi dalla sua certa caduta.

La Resistenza Iraniana chiede a tutte le agenzie internazionali per i diritti umani di condannare queste barbare esecuzioni e raccomanda che qualunque riavvicinamento al regime iraniano venga subordinato al miglioramento della situazione dei diritti umani in Iran, ed in particolare alla fine delle esecuzioni.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

13 Ottobre 2015

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,373FollowersFollow