mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsIl regime iraniano impicca una donna accusata di un crimine che avrebbe...

Il regime iraniano impicca una donna accusata di un crimine che avrebbe commesso quando aveva 16 anni

CNRI – Il regime fondamentalista iraniano martedì ha impiccato una ragazza per un crimine che avrebbe commesso all’età di 16 anni.

Fatemeh Salbehi, 23 anni, era stata accusata dell’omicidio di suo “marito”, 30 anni, quando era una ragazzina.

E’ stata impiccata all’alba nella prigione di Adel-Abad nella città di Shiraz, Iran meridionale.

Fatemeh Salbehi era stata costretta a sposare un uomo che aveva quasi il doppio della sua età e che, aveva detto, non aveva mai visto prima del matrimonio.

Si ritiene che Fatemeh Salbehi avesse ammesso l’omicidio sotto tortura mentre era in prigione, ma di fronte ai tribunali del regime aveva sempre affermato la sua innocenza.

Amnesty International l’8 Febbraio 2011 aveva detto: “Il marito di Fatemeh Salbehi, Hamed Sadeghi, pare un impiegato dell’Ufficio Relazioni Pubbliche della magistratura locale, è stato rinvenuto morto nella loro casa di Shiraz a Maggio 2008, mentre Fatemeh era a scuola. Fatemeh Salbehi è stata arrestata ed interrogata senza la presenza di un avvocato. Fatemeh Salbehi prima ha “confessato” l’omicidio, ma poi ha dichiarato che altre due persone erano entrate nella casa in cui abitava con il marito e lo avevano ucciso. Fatemeh Salbehi è stata incriminata per omicidio dalla Quinta Sezione del Tribunale Penale di Fars e condannata a morte. La condanna è stata poi confermata dalla Corte Suprema”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,405FollowersFollow