giovedì, Marzo 23, 2023
HomeNotizieIran NewsIl “riformista” iraniano Rouhani ha di nuovo preso in giro l'Occidente

Il “riformista” iraniano Rouhani ha di nuovo preso in giro l’Occidente

The Telegraph  – di Christopher Booker

Una delle più pericolose favole del nostro tempo, popolare tra politici e giornalisti, è che il nuovo presidente dell’Iran, Hassan Rouhani, sia in qualche modo un “riformista moderato” con il quale si possano fare affari, come l’accordo della scorsa settimana con il quale l’Iran avrebbe accettato di non continuare a sviluppare armi nucleari in cambio di una riduzione delle sanzioni delle Nazioni Unite che stanno danneggiando la sua economia.

Ciò che è sfuggito ai più è che il regime di Rouhani sta imponendo il più crudele regno del terrore di tutti i tempi al suo infelice popolo. Quasi 400 impiccagioni dalla sua elezione; ragazzi a cui vengono cavati gli occhi pubblicamente; le Guardie Rivoluzionarie di Tehran che diffondono il terrore in tutto il Medio Oriente giocando un ruolo cruciale nell’aiutare il presidente siriano Assad a fare la guerra al suo popolo. E il tanto vantato accordo sul nucleare non vale di più della carta su cui fu scritto un accordo simile nel 2004, quando Rouhani era il capo dei negoziatori dell’Iran che in seguito di vantò di aver preso in giro l’Occidente mentre in realtà l’Iran stava segretamente lavorando alla bomba atomica. Come burattino del vero “Leader Supremo” dell’Iran, l’Ayatollah Khamenei, Rouhani potrà gioire di avere ancora una volta ingannato l’Occidente. Ma la parziale rimozione delle sanzioni ha fatto guadagnare a Tehran ben poco tempo per sostenere una vacillante dittatura che Rouhani non ha più intenzioni di “riformare” di quante non ne avesse qualunque suo predecessore. (www.iranfocus.com – 01 Dic. 2013)

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,630FollowersFollow
41,312FollowersFollow