mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieIran NewsIl regime iraniano aumenta le truppe dell'IRGC e dell'esercito in Siria in...

Il regime iraniano aumenta le truppe dell’IRGC e dell’esercito in Siria in preparazione delle operazioni ad Aleppo

Un gruppo di truppe dell’IRGC schierate nella base di Sheibani per proteggere il palazzo di Bashar Assad Secondo alcune notizie ottenute da fonti interne al regime iraniano, Khamenei avrebbe inviato in Siria un gran numero di milizie del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche (IRGC) e di mercenari, insieme a truppe dell’esercito del regime, per lanciare nuovi attacchi contro l’opposizione e l’Esercito Libero Siriano (FSA), soprattutto nella provincia di Aleppo. Khamenei teme moltissimo che dopo la relativa cessazione delle ostilità, seguita ad un accordo raggiunto da Stati Uniti e Russia e l’interruzione o la diminuzione significativa di bombardamenti in zone sotto il controllo dell’opposizione, la situazione ritorni coma a prima del Settembre 2015, quando l’esercito di Assad e l’IRGC misero in fuga le forze dell’FSA. Un gruppo di truppe dell’IRGC schierate nella base di Sheibani per proteggere il palazzo di Bashar Assad Secondo alcune notizie ottenute da fonti interne al regime iraniano, Khamenei avrebbe inviato in Siria un gran numero di milizie del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche (IRGC) e di mercenari, insieme a truppe dell’esercito del regime, per lanciare nuovi attacchi contro l’opposizione e l’Esercito Libero Siriano (FSA), soprattutto nella provincia di Aleppo. Khamenei teme moltissimo che dopo la relativa cessazione delle ostilità, seguita ad un accordo raggiunto da Stati Uniti e Russia e l’interruzione o la diminuzione significativa di bombardamenti in zone sotto il controllo dell’opposizione, la situazione ritorni coma a prima del Settembre 2015, quando l’esercito di Assad e l’IRGC misero in fuga le forze dell’FSA.Dispiegamento dell’esercito del regime in Syria 1. Con una mossa senza precedenti dalla guerra Iran-Iraq, Khamenei ha mobilitato il suo esercito su vasta scala per esportare il terrorismo e le attività guerrafondaie all’estero. Amir Ali Arasteh, vice-coordinatore delle forze di terra dell’esercito, ha dichiarato che sono state inviate in Siria le truppe della 65a Brigata Commando e che altre unità dell’esercito le raggiungeranno (agenzia di stampa della forza Qods dell’IRGC Tasnim – 4 Aprile 2016). La 65a Brigata Commando, alias Nohed, è odiatissima dal popolo iraniano perché ha represso le rivolte popolari del 1978-79 e durante il governo del regime dei mullah. 2. Il quartier generale dell’IRGC a Damasco si trova in luogo chiamato la Sede di Vetro, vicino all’aeroporto di Damasco. Il brigadiere generale dell’IRGC Razi Moussavi, responsabile della logistica della forza Qods in Siria, è di stanza laggiù. 3. L’IRGC ha conquistato Sheibani, una grossa base situata tra Damasco e Zabdani, che in precedenza ospitava la Guardia Repubblicana di Assad proveniente dall’esercito di Assad e che l’aveva ribattezzata Base Imam Hussein. Diverse migliaia di truppe della 19a Brigata Commando Fajr del Corpo Fars iraniano sono state inviate in questa base insieme a battaglioni di Fatemiyoun e di Hezbollah libanesi. Queste vengono considerate anche le truppe di riserva che proteggono il palazzo di Assad. Preparazione degli attacchi attorno ad Aleppo 4. Negli ultimi giorni l’IRGC ha iniziato ad aumentare le sue truppe attorno ad Aleppo e battaglioni dell’IRGC, dei Fatemiyoun afghani, degli Hezbollah libanesi e delle milizie siriane sono stati ammassati in questa regione in preparazione del lancio dei loro attacchi contro l’opposizione siriana e l’FSA. A questo scopo qualche settimana fa, due brigate indipendenti del Corpo Fars sono state dispiegate in Siria. Il colonnello dell’IRGC Mohsen Mandani, uno dei comandanti di questa forza, è stato ucciso il 20 Marzo nella regione di Khaan Tuman a sud di Aleppo. Il suo rimpiazzo, il brigadiere generale dell’IRGC Mohsen Ellahi, è stato ucciso nella stessa zona pochi giorni dopo insieme ad altre Guardie Rivoluzionarie. Inoltre le forze in Siria della Divisione Nabi Akram, della provincia di Kermanshah, sono raddoppiate, raggiungendo le 1000 unità. 5. A questo scopo l’IRGC ha stabilito il suo quartier generale nella città di Marea, nei pressi della città di Nubl e il comandante dell’IRGC Seyyed Rasool si trova di stanza lì. Le milizie mercenarie dell’IRGC si stanno ammassando 6. Per ordine della forza Qods, forze paramilitari iracheno come Al-Nujaba, Badr Organization, Saraya Khorasani, Asaib Ahl-al-Haq, Kataeb ed Hezbollah hanno inviato altre truppe in Siria. Questi mercenari vanno dall’Iraq ad Abadan, in Iran, da dove vengono aviotrasportati in Siria con voli quotidiani delle Mahan Airlines. 7. Gli uffici della forza Qods di Tehran, così come i suoi uffici nelle regioni orientali dell’Iran, utilizzano le lusinghe o la coercizione per costringere gli afghani residenti in Iran a registrarsi per andare in Siria. L’IRGC approfitta dell’estrema povertà in cui versano i cittadini afghani e della loro necessità di ottenere documenti validi, per convincerli ad andare in Siria. In molti casi prigionieri afghani o persone condannate alla pena di morte vengono graziate se si offrono volontarie per combattere in Siria. 8. Oltre alle perdite dell’IRGC in Siria, anche i miliziani siriani feriti vengono mandati in Iran per essere curati. Ad esempio, ogni settimana circa 30 siriani feriti vengono trasferiti al Rajai Hospital di Shiraz con voli diretti. L’IRGC ha riservato il Najafi Hosseiniyeh di Shiraz ai feriti siriani e alle loro famiglie. Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana Comitato Sicurezza e Anti-Terrorismo 8 Aprile 2016

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,475FollowersFollow