martedì, Gennaio 31, 2023
HomeNotizieIran NewsIl regime dei mullah ha in programma di condurre il quarto attacco...

Il regime dei mullah ha in programma di condurre il quarto attacco missilistico contro Ashraf con la cooperazione delle forze irachene giovedì notte

Ashraf – violazione degli impegni, n° 2

Invito allo stazionamento dei monitoraggi degli Stati Uniti e delle Nazioni Unite ad Ashraf durante i prossimi sei mesi

CNRI – Sulla base delle informazioni ricevute dall’interno dei Corpi di Guardia del regime Iraniano (IRGC), gli agenti della Forza terroristica Quds assistite e aiutate dalle forze irachene progettano di prendere di nuovo di mira Campo Ashraf stasera con razzi Katyusha (giovedì, 29 dicembre). Questo sarà il quarto attacco missilistico contro Campo Ashraf dal 25 dicembre, quando il Memorandum d’Intesa per una soluzione pacifica alla crisi di Ashraf è stato firmato dalle Nazioni Unite. Negli ultimi tre attacchi, chiare indicazioni di un coordinamento tra le forze irachene e il regime dei mullah potrebbero essere viste.
Dopo il terzo attacco la scorsa notte, AFP ha citato “un funzionario al centro di comando di sicurezza nel capoluogo provinciale Baquba a Diyala”, come dire, “Quattro colpi di mortaio sono caduti su Campo Ashraf, circa alle 8:15 pm”. Tuttavia, la Missione di Assistenza delle Nazioni Unite in Iraq (UNAMI) ha indicato che non è in grado di verificare in modo indipendente queste diverse relazioni come la missione non ha una presenza nel campo a parte le visite periodiche.
Oggi, i rappresentanti dei residenti di Ashraf hanno informato Martin Kobler, Rappresentante Speciale del Segretario Generale, e del rappresentante dell’Ambasciata degli Stati Uniti del piano per l’attacco e, quindi, hanno richiesto una presenza permanente di un team di monitoraggio delle Nazioni Unite ad Ashraf.
Chiaramente, l’obiettivo del regime dei mullah e i suoi mercenari iracheni di questi lanci missilistici è quello di far fallire una soluzione pacifica della crisi di Ashraf e di esercitare pressioni per il trasferimento obbligatorio e per una carneficina di massa ad Ashraf.
Questo mentre mercoledì 28 dicembre, sulla base di dichiarazioni della signora Clinton del 25 dicembre sulla sicurezza e l’incolumità dei residenti di Ashraf e della lettera al Rappresentante Speciale per i residenti di Ashraf promettendo di continuare gli sforzi per risolvere le questioni in sospeso, la signora Rajavi ha annunciato che “come un gesto di buona volontà 400 residenti di Ashraf sono pronti ad andare a Campo Liberty con i loro beni mobili e veicoli alla prima occasione. Il trasferimento del primo gruppo di residenti è, allo stesso tempo, una prova dell’atteggiamento che governo iracheno attraverso i suoi impegni ha dato alle Nazioni Unite e agli Stati Uniti “.
La Resistenza Iraniana invita l’UNAMI ad ispezionare i luoghi colpiti da lanci di missili e a parlare con i residenti di Ashraf che chiedono lo stazionamento delle Nazioni Unite e monitoraggio degli Stati Uniti ad Ashraf nei prossimi sei mesi, fino a che l’ultimo residente non sia trasferito e tutti i problemi siano risolti.
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
29 Dicembre 2011

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,910FollowersFollow