martedì, Dicembre 6, 2022
HomeNotizieIran NewsIl governo iracheno rimuove i muri a T conservati in prossimità di...

Il governo iracheno rimuove i muri a T conservati in prossimità di Camp Liberty

Con un atto criminale, il governo iracheno rimuove i muri a T conservati vicino a Camp Liberty invece di riportarli al campo

Conformemente agli ordini ricevuti dal regime iraniano, il governo iracheno cerca di ottenere il più alto numero di vittime tra i residenti negli attacchi futuri

CNRI – A partire da sabato 22 Giugno 2013, pochi giorni dopo il terzo attacco missilistico contro Camp Liberty che ha causato la morte di due persone ed il ferimento di altre 70 distruggendo molti containers, secondo gli ordini ricevuti dal Primo Ministro, le forze irachene hanno iniziato a trasferire i muri a T di protezione fuori dalla vasta regione in cui è situato Liberty. E’ stato compiuto questo atto criminale invece di riportare queste barriere protettive all’interno del campo a difesa dei containers.

Nel periodo in cui le forze americane erano stanziate a Camp Liberty 17.500 muri a T proteggevano i containers dai missili e dai colpi di mortaio. Ma quando i residenti di Ashraf sono stati trasferiti a Liberty, a Febbraio 2012, i  muri a T sono stati rimossi dal campo nonostante le proteste dei residenti.

Sono stati tenuti e conservati fuori dalle strutture del campo.

Dopo l’attacco missilistico del 9 Febbraio, che ha provocato 8 morti e oltre 100 feriti, i residenti e i loro rappresentanti, attraverso centinaia di lettere, incontri e rinvii ai funzionari statunitensi, iracheni e delle Nazioni Unite, hanno richiesto il riposizionamento dei muri a T. Nonostante ciò, neanche un singolo muro è stato riportato e i suddetti funzionari hanno informato ufficialmente i rappresentanti dei residenti che il governo iracheno è contrario a riportare i muri a T al campo.

Tali fatti e prove dimostrano chiaramente che il governo iracheno, non solo non ha intenzione di garantire la sicurezza dei residenti di Liberty ma, al contrario, sta cercando di lasciare i residenti senza difesa e protezione contro i futuri attacchi nel tentativo di causare un maggior numero di vittime.

La Resistenza Iraniana ricorda gli impegni presi dal Governo U.S.A. e dall’ONU riguardo alla protezione dei residenti di Liberty e chiede provvedimenti immediati per riportare i residenti da Liberty a Campo Ashraf.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

23 Giugno 2013

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,458FollowersFollow