mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieIran NewsI familiari dei prigionieri politici protestano fuori dal carcere di Evin

I familiari dei prigionieri politici protestano fuori dal carcere di Evin

CNRI – Un gruppo di madri iraniane e di familiari dei prigionieri politici, insieme ai loro sostenitori, si è riunito fuori dal famigerato carcere di Evin domenica, giorno in cui si celebrava il Nuovo Anno iraniano, per passare un po’ di tempo vicino ai loro cari.
Il Dr. Mohammad Maleki, primo rettore dell’Università di Tehran dopo la rivoluzione, ha preso parte al sit-in.
Le forze di sicurezza del regime hanno attaccato e picchiato le famiglie per costringerle a disperdersi. Il padre di Atena Faraghdani, una giovane vignettista detenuta ad Evin, era tra quelli picchiati, secondo il Comitato delle Donne del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI).
Atena Farghadani è stata arrestata la prima volta ad Agosto 2014 per aver disegnato una vignetta che raffigurava i parlamentari del regime iraniano come animali che approvavano leggi misogine. Questa vignetta è stata pubblicata dopo l’adozione di leggi per l’incremento della popolazione concepite e ordinate dal leader supremo del regime. Atena Farghadani era stata rilasciata due mesi dopo su cauzione. Dopo il suo rilascio ha postato un video su YouTube, nel quale ha descritto i maltrattamenti e le aggressioni subite dalle donne nelle prigioni del regime.
Atena Farghadani è stata nuovamente arrestata a Gennaio 2015 con l’accusa di “associazione e collaborazione contro la sicurezza nazionale”, attività di propaganda contro il sistema” ed “insulti al leader supremo, al presidente, ai parlamentari e agli agenti dell’IRGC della Sezione 2A durante gli interrogatori” e condannata a 12 anni e 9 mesi di reclusione. Atena Farghadani ha vinto il premio “Cartoonists Rights Network International” Award per il suo Coraggio nella Vignettistica Editoriale, il 5 Settembre 2015.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,476FollowersFollow