mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaGli agenti iracheni ostacolano il trasferimento di 5 malate in ospedale

Gli agenti iracheni ostacolano il trasferimento di 5 malate in ospedale

Il disumano assedio a Camp Liberty raggiunge nuove dimensioni ogni giorno che passa e gli agenti iracheni hanno aumentato il loro ostruzionismo nel trasferimento dei malati in ospedale.

Martedì 11 Novembre gli agenti iracheni hanno impedito a tre pazienti di andare in ospedale per visite già prenotate. Questi stessi agenti hanno anche impedito agli interpreti di due di loro, malate di cancro, di accompagnarle. Le hanno costrette ad andare in ospedale senza un interprete causandogli così molti problemi.

 

Mercoledì 12 Novembre gli agenti iracheni hanno impedito a due malate di andare in ospedale con il pretesto che i pazienti possono andare in un solo ospedale. Queste due pazienti dovevano essere operate agli occhi e questa è la seconda volta questa settimana, che gli appuntamenti per le loro operazioni vengono cancellati e che gli agenti iracheni impediscono loro di andare in ospedale.

Lo stesso giorno gli agenti iracheni hanno anche impedito agli interpreti di altri tre pazienti di accompagnarli, costringendoli ad andare in ospedale senza interprete.

Già in precedenza, dal 3 all’8 Novembre, le forze irachene hanno impedito il trasferimento dei pazienti in ospedale con falsi pretesti. Alla fine, decine di visite mediche prenotate con gran difficoltà, sono state cancellate.

Queste restrizioni vengono imposte proprio nel momento in cui 53 pazienti che soffrono di malattie agli occhi, sono in attesa di essere operati ma non sono ancora stati ricoverati in ospedale a causa dell’ostruzionismo delle forze irachene.

La Resistenza Iraniana avverte dell’imposizione delle misure succitate e, visti gli impegni presi dal Governo degli Stati Uniti e dalle Nazioni Unite riguardo alla sicurezza e al benessere dei residenti di Camp Liberty, chiede un intervento urgente di Stati Uniti e Nazioni Unite che ponga fine a queste misure repressive e rimuova totalmente questo assedio criminale, garantendo ai residenti il libero accesso ai servizi sanitari.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

13 Novembre 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow