venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeNotizieIran NewsEsprimendo gratitudine al Rappresentante speciale del Segretario Generale dell'ONU per l'Iraq per...

Esprimendo gratitudine al Rappresentante speciale del Segretario Generale dell’ONU per l’Iraq per evitare un altro attacco missilistico contro residenti di Camp Ashraf

Ashraf- violazione degli impegni, n. 3

CNRI – Giovedì 28 dicembre la Resistenza Iraniana ha rilasciato una dichiarazione (Ashraf – Pegni violati, n. 2), riferendo che i residenti di Ashraf avevano denunciato il lancio del quarto attacco missilistico di 107 millimetri sul campo con il Rappresentante Speciale del Segretario generale dell’ONU e l’inviato dell’ambasciata degli Stati Uniti come una grave violazione del Memorandum d’Intesa firmato tra l’Amb. Martin Kobler e il governo iracheno. Il lancio di missili successivo ha lo scopo di costringere i residenti di Ashraf a trasferirsi forzatamente alle condizioni stabilite dal regime iraniano e che il governo iracheno ha accettato.
Secondo quanto riferito, la Forza terroristica delle Guardie della Rivoluzione Islamica Qods ha ordinato alle forze sotto il suo comando, il cosiddetto “Asa’eb Al-Haq,” di fermare l’attacco previsto giovedì “fino a nuovo avviso”.
Chiaramente, questo ritardo arriva in seguito alle proteste dell’SRSG al governo iracheno. Questo è molto lodevole.
È interessante notare che durante gli attacchi missilistici nelle scorse tre notti, il Ministero iraniano degli agenti di Intelligence intorno Ashraf, che erano impegnati nella guerra psicologica contro i residenti, con o senza altoparlanti, sono state portati in altri luoghi meno di un’ora prima del lancio dei missili in modo che non sarebbero stati all’interno della traiettoria dei missili. Un paio di ore dopo essi erano stati sparati, erano tornati alle loro posizioni precedenti per continuare a molestare i residenti.
Per esempio, durante il terzo attacco missilistico mercoledì 27 dicembre, le forze irachene hanno portato via tali agenti alle ore 07:35. Quattro missili di 107 millimetri sono stati sparati alle ore 08:15 e un’ora dopo, gli agenti sono tornati e continuò la loro angherie. Questo è stato ripetuto nel corso degli ultimi due attacchi.

Segretario del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
29 Dicembre 2011
 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow