giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeNotizieIran NewsCon il trasferimento a Liberty di un altro agente responsabile dei due...

Con il trasferimento a Liberty di un altro agente responsabile dei due massacri e dell’assedio di Ashraf, l’assedio a Liberty si intensifica

Avvertimento agli Stati Uniti, al Segretario Generale dell’ONU, all’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati su un’altra catastrofe umanitaria

Camp Liberty-No. 35

Dal 2 Giugno 2012, il governo iracheno ha trasferito a Liberty il Capitano Ahmad Hossein Khozeir, una delle persone responsabili di due massacri e dell’applicazione di 3 anni e mezzo di disumano assedio ad Ashraf, insieme ad un team di mercenari sotto il suo comando, allo scopo di dare una nuova dimensione al suo comportamento disumano, alla repressione e all’assedio a Liberty. 1.Il 2 Dicembre 2009, Alejo Vidal Quadras, Vice Presidente del Parlamento Europeo e Presidente del Comitato Internazionale “In Search of Justice” (ISJ), scrisse a Maliki e ad altri funzionari iracheni, americani e delle Nazioni Unite: “Ahmad Khozeir è un agente del regime iraniano e sta producendo falsi dossier contro i residenti di Ashraf, ha minacciato le loro famiglie e impedito l’accesso a beni di prima necessità”.
2.Questo mercenario è in contatto diretto con l’ambasciata del regime iraniano a Baghdad e la forza terroristica Qods e ha avuto la maggiore responsabilità nell’allestimento delle stazioni di intercettazione e disturbo delle frequenze posizionate dalle Guardie Rivoluzionarie attorno ad Ashraf; così come nell’installazione ,per conto del Ministero dell’Intelligence, di 320 altoparlanti ai quattro angoli di Ashraf che hanno esercitato 670 giorni di tortura psicologica sui residenti di Ashraf.
3.E’ in contatto diretto con il Comitato del Primo Ministro iracheno incaricato della soppressione dei residenti di Ashraf ed ha avuto il ruolo principale nell’applicazione di 3 anni e mezzo di assedio disumano ad Ashraf. Durante la perquisizione dei beni, danneggiandoli, facendoli tornare indietro o ritardandone la partenza al luogo di carico, ha causato centinaia di migliaia di dollari di danni ai residenti ed ha minacciato e picchiato molti operai di ditte esterne e autisti.
4.Ahmad Khozeir era presente nei due massacri del Luglio 2009 e Aprile 2011 che hanno provocato la morte di 47 persone e il ferimento di oltre 1000. Inoltre ha ricoperto un ruolo chiave in molti altri assalti violenti come quello del 7 Aprile 2012 nel quale sono stati feriti 29 residenti.
5.E’ stato uno dei responsabili della trasformazione dell’ospedale Nuovo Iraq in un centro di tortura fisica e psicologica per i residenti di Ashraf, ed un importante elemento nell’impedire ai malati terminali l’accesso alle strutture mediche. Molte volte, ha usato sirene e veicoli blindati dopo la mezzanotte per deprivare del riposo i residenti ed intimidirli.
6.Durante il processo di perquisizione e trasferimento a Liberty, ha minacciato, umiliato e torturato psicologicamente i residenti. Quando i residenti stavano salendo sugli autobus, ha messo in fila agenti del Ministero dell’Intelligence per minacciarli.
7.Questo ufficiale criminale, dal suo arrivo a Liberty nelle prime ore di Sabato 2 Giugno, ha impedito l’accesso agli ingegneri e ai tecnici per la riparazione dei generatori e ha creato nuovi ostacoli ai pazienti per andare nelle strutture mediche.
8.La mattina di Lunedi 4 Giugno, un minibus scortato dai rappresentanti dell’UNHCR che portava 16 residenti da Liberty alla postazione dell’UNHCR lontana due kilometri, per le operazioni giornaliere di routine degli ultimi  3 mesi e mezzo di colloqui, hanno incontrato le obiezioni di Ahmad Khozeir. Lui e i suoi sottoposti hanno cercato di salire sul minibus per minacciare i residenti che gli si sono opposti. Questo ostruzionismo ha praticamente causato la cancellazione dei colloqui dei residenti.

La Resistenza Iraniana vuole attirare l’attenzione del Segretario Generale delle Nazioni Unite e dell’Alto Commissario per i Rifugiati, del Segretario di Stato americano e dell’Alto Rappresentante per gli Affari Esteri dell’Unione Europea, sui piani malefici e repressivi del regime dei mullah e del governo iracheno a Liberty e sollecita il loro intervento per obbligare il governo iracheno a rispettare i suoi impegni sui residenti di Ashraf e Liberty.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
4 Giugno 2012

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow