martedì, Novembre 29, 2022
HomeNotizieIran NewsAppello urgente della Resistenza Iraniana per salvare la vita del pastore Nadarkhani

Appello urgente della Resistenza Iraniana per salvare la vita del pastore Nadarkhani

CNRI – Il processo farsa del Pastore Nadarkhani e che lo costringe a scegliere tra il pentimento e l’esecuzione è solo un altro esempio dell’illimitata ferocia del regime dei mullah e del suo bisogno vitale di intensificare la repressione per respingere all’ira e all’odio del popolo iraniano, in particolare delle minoranze religiose che chiedono il rovesciamento del fascismo religioso al potere in Iran.  La Resistenza Iraniana invita il Segretario Generale delle Nazioni Unite, il Consiglio di Sicurezza, il Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, il Consiglio Nazionale dei Diritti Umani, tutti gli Stati, e le organizzazioni in difesa dei diritti umani ad adottare severi provvedimenti concreti per liberare Nadarkhani.
La condanna della barbara e sistematica violazione dei diritti umani in Iran è insufficiente. Questo regime medievale dovrebbe essere sanzionato e i suoi leader portati ad affrontare un processo per questi crimini, inclusa l’esecuzione di 120.000 prigionieri politici – molti dei quali erano cristiani, l’orribile omicidio di sacerdoti nel 1994, e la feroce discriminazione nei confronti delle minoranze religiose ed etniche. Khamenei, Ahmadinejad e altri leader del regime iraniano hanno avuto un ruolo di primo piano in tutti i crimini perpetrati da questo regime negli ultimi tre decenni.
Il Pastore Youcef Nadarkhani, 35 e padre di due figli, è stato in carcere nella città di Rasht negli ultimi due anni per accusa di apostasia architettata dai mullah. Egli deve ora scegliere tra l’esecuzione e la rinuncia alla sua fede. Attualmente, molti seguaci del cristianesimo o altre religioni sono nelle carceri regime dei mullah con accuse simili.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
29 Set 2011
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,396FollowersFollow