giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaAmb. Giulio Terzi: sostenere la libertà iraniana è stare dalla "parte giusta...

Amb. Giulio Terzi: sostenere la libertà iraniana è stare dalla “parte giusta della storia”

Alla manifestazione Free Iran a Parigi il 30 giugno, l’ex ministro degli Esteri italiano, Giulio Terzi, ha pronunciato un appassionato discorso a sostegno della Resistenza Iraniana e della sua leader Maryam Rajavi, annunciando che il mondo si stava avvicinando ad un Iran libero e democratico.

Terzi, da lungo tempo sostenitore del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI) che ha organizzato il raduno, ha iniziato esprimendo il suo sostegno a Maryam Rajavi e a tutti coloro che si battono per la libertà e il cambio di regime in Iran, che secondo lui è “nell’interesse di tutta l’umanità “. Ha poi criticato il regime iraniano per i loro tentativi sempre più disperati di screditare la Resistenza Iraniana, coinvolgendo anche Reza Pahlavi Jr., il figlio dello Scià scappato dall’Iran nel 1979, a sostenere la tesi del regime come “public relator”del regime. Terzi ha detto: “Ci rifiutiamo di cadere in questa nuova trappola del regime”. Ha poi spiegato che la maggioranza della società italiana sostiene il CNRI nel suo desiderio di cambiamento di regime, che è “dalla parte giusta della storia”. Ha sottolineato che 38 senatori italiani hanno firmato una dichiarazione di sostegno al popolo iraniano nella loro rivolta anti-regime per portare la libertà e la democrazia in Iran.

Questa dichiarazione fa esplicito riferimento al fatto che il regime iraniano ha trascorso 40 anni opprimendo il popolo iraniano, incluse le esecuzioni di oltre 120.000 difensori della democrazia iraniani, principalmente quelli sostenitori del CNRI; più di 30.000 di loro in pochi mesi nel 1988. Terzi ha continuato: “La signora Rajavi ha recentemente dichiarato che fin dall’inizio il regime ha dichiarato guerra al popolo iraniano. Tutte le altre guerre sono state progettate per coprire questo conflitto principale. Ma queste guerre non sono un’indicatore della forza del regime, sono un segnale che nessun governo ha mai tentato di impedire la belligeranza del regime.

È arrivata l’ora dell ragione, un nuovo (anno per) inizio per la sicurezza regionale e globale sorge dalle coste del Mediterraneo e dell’Atlantico. Americani ed europei devono allenare insieme la loro volontà comune e i loro valori fondamentali per dimostrare il loro impegno, non esiste un’opportunità migliore di un sostegno attivo e forte alla resistenza iraniana per un cambio di regime in Iran “. Alla manifestazione Free Iran hanno partecipato circa 100.000 tra diplomatici, politici, attivisti per i diritti umani, dignitari, membri della Resistenza Iraniana e persone comuni. Il regime ha tentato di mettere a segno un attacco dinamitardo all’evento, ma è stato fermato dalle autorità europee.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,480FollowersFollow