mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaACCOLTE CON FAVORE LE POSIZIONI ADOTTATE ALLA CONFERENZA DI RIYADH

ACCOLTE CON FAVORE LE POSIZIONI ADOTTATE ALLA CONFERENZA DI RIYADH

Maryam Rajavi: “La soluzione finale alla crisi nella regione è il rovesciamento del regime del velayat-e faqih in Iran”

Maryam Rajavi, Presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, ha accolto con favore le posizioni adottate dal Summit Arabo-Islamico-Americano, nei confronti della condotta del regime iraniano, che ha messo in pericolo la pace e la stabilità della regione mediorientale e del mondo.

Maryam Rajavi ha sottolineato in particolare la dichiarazione riguardante la necessità di combattere l’esportazione del terrorismo e del fondamentalismo del regime teocratico, il suo programma sui missili balistici, la sua interferenza negli affari interni degli altri paesi, nonché il suo ruolo distruttivo a livello regionale ed internazionale. Ha definito queste posizioni indispensabili per porre fine al terrorismo, alla guerra, ai massacri e per ristabilire la pace e la tranquillità.

Maryam Rajavi ha ribadito che la condanna delle azioni e dei crimini del regime teocratico deve essere perseguita e realizzata attraverso misure concrete e nello specifico attraverso l’interruzione di qualunque rapporto con la teocrazia al potere, la sua espulsione delle organizzazioni internazionali, la designazione del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche (IRGC) e di altre forze militari, paramilitari e della sicurezza affiliate al regime, come organizzazioni terroristiche e la loro espulsione dalla regione.

Sottolineando la necessità di presentare immediatamente al Consiglio di Sicurezza dell’ONU e al Tribunale Penale Internazionale, il dossier sulle sconcertanti violazioni dei diritti umani e sul massacro dei prigionieri politici commessi dal regime iraniano, Maryam Rajavi ha precisato che nel suo discorso alla conferenza, il Presidente degli Stati Uniti ha giustamente dichiarato: “La vittima del regime iraniano che soffre da più tanto tempo è il suo stesso popolo”. Inoltre Maryam Rajavi ha citato le dichiarazioni di Re Salman dell’Arabia Saudita, nelle quali il Custode di Due Moschee Sacre ha espresso il suo “rispetto e gratitudine “ per il popolo iraniano, aggiungendo: “Il regime iraniano è stato alla testa del terrorismo mondiale dalla rivoluzione di Khomeini fino ad ora”.

Maryam Rajavi ha poi sottolineato: “La soluzione finale alla crisi che sta attanagliando l’intera regione, è il rovesciamento del regime del velayat-e faqih per mano del popolo iraniano e della Resistenza. Sostituire il potere dei mullah con la libertà e la sovranità popolare, è il desiderio di tutto il popolo dell’Iran, che ha sacrificato 120.000 dei suoi figli per conquistarle. Riconoscere questa richiesta è il prerequisito alla pace e alla tranquillità del Medio Oriente e della sicurezza internazionale”.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

22 Maggio 2017

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,476FollowersFollow