lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeEventsMeetingRajavi: "Una grande vittoria del popolo iraniano e della sua Resistenza"

Rajavi: “Una grande vittoria del popolo iraniano e della sua Resistenza”

ImageCNRI, 16 dicembre– In una conferenza stampa svoltasi al Parlamento Europeo di Strasburgo il 12 dicembre scorso, la Signora Maryam Rajavi, presidente-eletto della Resistenza Iraniana,  ha salutato il verdetto della Corte di Giustizia Europea di prima istanza e ha invitato l’ Europa a sostenere il popolo iraniano.
Ecco il testo integrale del discorso della signora Rajavi:

"Oggi la Corte di Giustizia Europea ha annullato la decisione "presa all’ unanimità"
di porre l’ OMPI (Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano) nella lista delle organizzazioni terroristiche dell’ UE.La Corte ha ulteriormente ordinato al Consiglio dell’ Unione Europea di rimborsare i 4/5 dei costi processuali. La Corte ha asserito che all’ OMPI è stato negato il diritto a una giusta difesa durante il processo.

Si tratta di una momentanea vittoria per la popolazione iraniana, per  la sua Resistenza e per tutti gli amanti della giustizia e della libertà.
 
La vittoria dell’ OMPI è in questo caso anche la vittoria dei valori umani ma anche del riconoscimento del diritto a "resistere" per la libertà. Alcuni anni fa un giurista francese ha dichiarato  che se i Mojahedin vincono questa battaglia, ciò significherebbe un trionfo dell’ umanità. Oggi i Mujaheddin hanno trionfato.

Mi congratulo con il popolo iraniano, con i membri dei Mojahedin della città di Ashraf, con tutti gli amanti della libertà e i parlamentari e giuristi che si sono impegnati nella causa. Mi rallegro anche con la Corte e con i giudici che non si sono lasciati influenzare dalla politica di accondiscendenza e hanno deciso in coscienza  difendendo la giustizia.
Ora che la fallacità dell’ etichettatura "terrorista" è stata rimossa dalla Corte Europea di Giustizia (seconda autorità giudiziaria dell’UE), non ci sono più giustificazioni a negare i diritti dei membri dell’ OMPI residenti nella città di Ashraf.

Il verdetto legittima la Resisitenza Iraniana in  lotta contro il fascismo religioso al potere in Iran e decreta la vittoria della giustizia sugli interessi commerciali e sull’ accondiscendenza finora dimostrata nei confronti della dittatura teocratica iraniana..

Devo quindi avvertire gli Ayatollah che il loro tempo è scaduto ! E’ iniziata una nuova era che porterà libertà e democrazia in Iran.

L’ Unione Europea deve risarcirci di tutti i danni provocati dall’ etichettatura.

L’ UE deve cambiare la politica di accondiscendenza dimostratasi fallimentare.

L’ UE deve imporre al regime Iran sanzioni diplomatiche, tecnologiche, su armi ma anche sui prodotti petroliferi.
 
L’ UE deve sostenere la Resistenza del Popolo Iraniano per il raggiungimento della libertà e della democrazia in Iran."

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow