lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeEventsMeetingIran:politici iracheni e i gruppi d’opposizione iraniani chiedono che Iran non si...

Iran:politici iracheni e i gruppi d’opposizione iraniani chiedono che Iran non si intrometta in Iraq

ImageAssociated Press, 31 gennaio 2007 , Brussel – Molte personalità politiche sunnite in Iraq hanno unito le forze con i gruppi d’opposizione iraniani in esilio, mercoledì, per chiedere la fine di quella che loro considerano un’interferenza in Iraq da parte del governo iraniano.Il Consiglio Nazionale per la Resistenza Iraniana ha ripetuto di avere ottenuto i nomi di più di 30,000 agenti iraniani che lavorano in Iraq, anche come membri del parlamento e come i gradi più elevati delle forze di sicurezza irachene.

Lo stesso Consiglio afferma di avere scoperto nuovi particolari sulle attrezzature usate in Iran per fabbricare bombe con cui rifornire gli insorti iracheni. Il Consiglio, stanziatosi a Parigi, è l’ala politica dei Mujahedeen del Popolo Iraniano, considerati dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea un’organizzazione terroristica.

Il Consiglio ha organizzato una conferenza stampa con un gruppo di politici iracheni, per la maggior parte arabi sunniti, che si trovavano a Brussel per parlare con i membri del Parlamento Europeo e con il Senato belga.

“L’intromissione dell’ Iran negli affari interni iracheni non è più un segreto per nessuno.” Ha detto, Adnan al-Dulaimi, leader del più folto gruppo di arabi sunniti del Parlamento iracheno. “Tutti sanno che l’Iran si sta immischiando”.

“L’Unione Europea e il Parlamento Europeo devono esercitare delle pressioni sull’Iran affinché smetta d’intervenire negli affari interni iracheni.” Ha detto, Adnan al-Dulaimi.

Un altro legislatore sunnita, Khalaf al-Alayan, leader del Consiglio Nazionale Sunnita per il Dialogo, si è appellato agli Stati Uniti “perchè si sbarazzino dell’occupazione iraniana dell’Iraq”. Tuttavia, egli accusa gli Stati Uniti e il governo Iracheno a maggioranza sciita, di appoggiare gli attacchi contro i sunniti in vista di una divisione federale del paese.

Egli ha ringraziato i Mujahedeen del Popolo Iraniano per il loro aiuto. “Li consideriamo nostri fratelli,” ha detto. “Questa è la migliore prova del fatto che il popolo iraniano non prova nessun odio nei nostri confronti.”

Alcuni membri dei Mujahedeen del Popolo si rifugiarono in Iraq nei primi anni ’80, dopo che il movimento fu sconfitto dal regime clericale dell’Ayatollah Ruhollah Khomeini. Nel periodo in cui Saddam Hussein è stato al potere, il movimento ha usato l’Iraq come base per le operazioni contro il governo iraniano.
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,914FollowersFollow