martedì, Dicembre 6, 2022
HomeEventsMeetingIran: A Siena un incontro con le donne della resistenza iraniana in...

Iran: A Siena un incontro con le donne della resistenza iraniana in esilio

intoscana,it   martedì 27 marzo 2007   

ImageVenerdì 30 marzo, per iniziativa dell’Associazione IRIDE e della Provincia di Siena, un approfondimento delle tematiche su integralismo islamico e questione femminile
“Riprendere il cammino della libertà femminile dopo mille e una notte. La resistenza delle donne contro l’integralismo islamico in Iran”. Questa l’idea di fondo che sottostà anche all’iniziativa, promossa dall’Associazione IRIDE e dalla Provincia di Siena, in programma, a partire dalle 15.30, nel pomeriggio del prossimo 30 marzo a Siena presso il complesso museale Santa Maria della Scala, Sala San Pio.

L’incontro propone diversi momenti di dibattito e di approfondimento. Sono in programma gli interventi di Faridéh Araki Karimi del consiglio nazionale della Resistenza iraniana, di Sharzad Shaléh dell’Associazione Donne democratiche iraniane in Italia, della giornalista Nella Condorelli autrice del documentario “Il Leone e le catene” che verrà proiettato nel corso della serata, di Iva Monciatti esperta di storia e politica iraniana. Dopo il saluto di Anna Carli, rettore del Santa Maria della Scala, sono previsti anche interventi di Sonia Tsevrenis e Antonia Banfi dell’Associazione IRIDE, di Pietro Del Zanna e Fiorenza Anatrini rispettivamente assessori provinciali alle Azioni di pace e alla Pari opportunità.

Merita ricordare che Siena, attraverso l’Associazione IRIDE, ha ospitato diversi incontri con le donne del Sud del mondo che lottano per ribaltare la propria condizione di emarginazione e oppressione nei rispettivi paesi, al fine di far conoscere la loro storia, il loro pensiero politico e le loro esemplari lotte così spesso ignorate.
Questo percorso di accoglienza e confronto prosegue, dunque, con le donne iraniane in esilio che, da più di vent’anni, hanno dato vita a una organizzazione democratica di lotta per sconfiggere un regime teocratico impossibile da riformare. La lunga marcia di resistenza da loro intrapresa vuole portare la pace e la democrazia nella società iraniana, a partire dalla capacità di governo e dall’energia liberata dalle donne, riconosciute vitali ed essenziali per raggiungere, appunto, tale obiettivo.

Sarà pertanto interessante partecipare all’iniziativa per conoscere più da vicino, e attraverso un’ottica femminile, una realtà come quella dell’Iran lacerata tra integralismo islamico e islam democratico. Funzionerà la traduzione consecutiva dal persiano all’italiano e viceversa. Inoltre, per tutta la durata dell’incontro, sarà allestito un punto di degustazione di tè, dolci iraniani e pistacchi.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,458FollowersFollow