lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeComunicati StampaX-NCRI FAC ChairIran, aggiornamento Coronavirus: oltre 39,000 morti in 312 cities - 4 Maggio...

Iran, aggiornamento Coronavirus: oltre 39,000 morti in 312 cities – 4 Maggio 2020, ore 18.00

Malgrado le bugie di Rouhani, il capo del comitato di epidemiologia del Ministero della Salute avverte della tendenza al rialzo del Coronavirus in 15 province

Il dirigente del comitato per la prevenzione del Coronavirus: ” Dividere le regioni in bianco, giallo e rosso non ha basi scientifiche, sta giocando con le parole. Il signor Presidente sta usando un irreale senso di ottimismo nell’assegnare i colori alle città e alle regioni”.
La signora Rajavi ha condannato il trattamento disumano delle donne infette nella prigione di Ahvaz, ha esortato la signora Bachelet, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani a prendere provvedimenti per garantire la libertà delle donne detenute.
Nel bel mezzo della crisi del Coronavirus, il parlamento del regime ha approvato il cambio della valuta iraniana da Rial a Toman eliminando quattro zeri dalla valuta.
Maryam Rajavi: questo passo riluttante, dopo la caduta libera del valore del Rial, è il segnale più importante e l’ammissione ufficiale del fallimento economico del regime.

Nel pomeriggio di oggi, 4 Maggio 2020, l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (OMPI) ha annunciato che il numero di vittime del Coronavirus in Iran ha superato le 39.000 persone, provocando morti in 312 città del paese. Di seguito il numero di decessi di alcune delle località colpite: 6470 a Teheran, 2360 nel Mazandaran, 1970 nel Khuzestan, 1220 nel Goletsan, 1200 nel Azarbaijan occidentale, 1520 nel Alborz, 925 nel Lorestan, 960 nel Kermanshah, 635 nel Kurdistan, 970 nel Hamedan, 435 a Kerman. Queste cifre si aggiungono a quelle dei casi registrati nelle altre località colpite.

All’ospedale Sina di Teheran, le attrezzature necessarie per medici e infermieri sono state ridotte al minimo. Il controllo ospedaliero è nelle mani dei cosiddetti mercenari ideologici e politici e chiunque protesti viene licenziato. Chiunque cerchi di documentare, viene sottoposto ad interrogatorio e i suoi apparecchi confiscati.

Mentre lo spettacolo della preghiera del venerdì è previsto per questa settimana in 157 città (Agenzia IRNA, 3 maggio), oggi il Comitato di epidemiologia del Ministero della Salute ha annunciato: “La tendenza al rialzo o all’inizio del picco in 15 province (Qom, Lorestan, Ilam, Gilan, Golestan, Khorasan Razavi, Kohgiluyeh e Boyer-Ahmad, Khuzestan, Hormozgan, Kerman, Yazd, Isfahan, Zanjan, Chaharmahal e Bakhtiari e Kermanshah) sono osservati ”ha riferito l’agenzia di stampa statale ISNA.

Intanto oggi, Reza Nejati, portavoce della National Coronavirus Combat Taskforce (NCCT) in Khuzestan, le cui osservazioni sono state pubblicate sul sito web dell’Ufficio del Governatore del Khuzestan, ha dichiarato: “A causa dell’elevato numero di pazienti con infezione da Coronavirus in diverse città della provincia, specialmente ad Ahvaz , se le statistiche saranno ancora alte entro i prossimi tre giorni … la città interessata verrà messa in quarantena ”
Secondo un rapporto scioccante dalla prigione Sepidar di Ahvaz, dozzine di donne prigioniere hanno contratto il Coronavirus, ma è stato negato loro l’accesso alle strutture e alle cure mediche e spesso non sono state neanche messe in quarantena.

La signora Maryam Rajavi, la presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (NCRI), ha condannato fermamente questo trattamento disumano delle donne prigioniere oppresse e ha invitato l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Bachelet ad agire per salvare le vite delle donne prigioniere della magistratura dei mullah.
D’altra parte, durante la crisi del Coronavirus, il parlamento del regime ha approvato un disegno di legge per cambiare la valuta nazionale da Rials a Tomans eliminando quattro zeri dalla valuta.
Il presidente eletto dell’NCRI, ha descritto l’inevitabile azione a seguito della caduta libera di Rial come il segno più importante del riconoscimento ufficiale del fallimento schiacciante dell’economia.-

Segreteria del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (NCRI)
4 maggio 2020

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,449FollowersFollow