martedì, Dicembre 6, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran:Rajavi chiede al Consiglio di Sicurezza dell'ONU di imporre sanzioni globali contro...

Iran:Rajavi chiede al Consiglio di Sicurezza dell’ONU di imporre sanzioni globali contro il regime

I negoziati non fermeranno i mullah nella fabbricazione della bomba atomica

ImageCNRI, 31 ottobre – Maryam Rajavi, presidente eletta della resistenza iraniana, ha comunicato che era del tutto prevedibile che il regime iraniano risponda negativamente alla proposta della AIEA nell'invio dell'uranio arricchito all'estero. Come ha ripetutamente annunciato la Resistenza Iraniana, Khamenei, leader supremo dei mullah ed il presidente Ahmadinejad  sono stati assediati durante la recente rivolta popolare. Non sono in grado di risolvere la crisi interna e colmare le lacune. Quindi la bomba atomica è per loro l'unica fonte di  sopravvivenza per mantenere in piedi la loro dittatura. Pertanto, non potranno mai rinunciare al loro progetto atomico perché accellerebbero il processo di rovesciamento della loro caduta dal potere

Nel corso degli eventi verificatisi negli ultimi giorni, la signora Rajavi ha affermato che, non lascia alcun dubbio il fatto che l'unico obiettivo di questo programma sia quello di dotarsi di armi nucleari e che l'uso pacifico, industriale e civile è unicamente un pretesto. Ha richiesto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di imporre sanzioni diplomatiche sia per il petrolio che per le armi e le tecnologie. Tali sanzioni, ha affermato inoltre, sono un primo passo per impedire ai terroristi di Tehran nella fabbricazione dell'arma più pericolosa al mondo.

Sulla base dei negoziati con il regime iraniano, che sono statoi portati avanti per due decenni,e portare avanti i suoi progetti nucleari in gran segreto, ingannando la comunità intenazionale, facevano parte della politica aberrante di accondiscendenza del regime. Questo porta ad uno scontro civile nella regione ed il mondo sull'orlo di una forte crisi. Ottenere una risposta per iscritto dai mullah,è come correre nel deserto dietro ad un miraggio.

Per questo regime, che finora ha usato come unico mezzo, la repressione, le sistematiche violazioni dei diritti umani, l'esportazione del terrorismo e progetti nucleari, le concessioni e l'incoraggiamento della comunità internazionale, i negoziati sono l'unico modo per guadagnare tempo per completare il suo progetto di dotazione della bomba atomica.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
31 ottobre 2009

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,458FollowersFollow