lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: Sedici esecuzioni in una settimana

Iran: Sedici esecuzioni in una settimana

ImageCNRI, 06 marzo – Il regime clericale iraniano ha impiccato 16 prigionieri negli ultimi giorni, in Kermanshah, Iran occidentale; Zahedan, Iran sud-est; Isfahan, Iran centrale; Orumieh e Miyandoab, a nord-ovest dell'Iran.

Sig. Mehdi Ghasem Zadeh, un seguace del "Ahl-e-Haq" (uno sciita emanazione rispetto Imam Ali, il primo Imam sciita), è stato impiccato nel Orumieh, il 28 febbraio. Undici altri prigionieri sono stati impiccati il giorno successivo a Kermanshah.

Il 3 marzo, due prigionieri sono stati impiccati a Zahedan con accuse, in guerra con Dio, riportato agenzia governativa ILNA. L'esecuzione di Mostafa Hosseini, 37, che era nel prigione centrale di Isfehan, il 4 marzo.

Prigioniero con il nome di Nader Shokrollahi, a 25 anni è stato impiccato nel carcere Miandoab. Abdullah Farivar, un insegnante di musica e padre di due bambini è stato anche impiccato nella città di Sari il 20 febbraio.

La Resistenza iraniana chiama tutte le organizzazioni ed istanze dei diritti dell'uomo, in particolare l'alto commissariato ai diritti dell'uomo dell'ONU, di condannare il deterioramento della situazione in Iran. Sottolinea più che mai la necessità di rinviare il bilancio dei mullah in materia e sulla situazione catastrofica delle prigioni dinanzi al Consiglio di sicurezza dell'ONU per attuare misure costrittive.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
 
6 marzo 2009

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,915FollowersFollow