mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran, Migliaia di delinquenti pagati dal regime per attaccare gli studenti dell'Università...

Iran, Migliaia di delinquenti pagati dal regime per attaccare gli studenti dell’Università di Tehran

ImageAgenti del regime iraniano, comprese le forze Bassij e alcuni delinquenti, hanno circondato la Scuola Tecnica dell'Università di Tehran e hanno attaccato gli studenti Martedi.
Gli studenti si sono incatenati le braccia e hanno gridato degli slogan anti governativi per difendersi contro gli assalitori armati con bastoni elettrici, maceti e mazze.

Gli studenti gridavano:" Siamo Sohrab, siamo Neda, siamo tutti un'unica Voce",

"Khamenei vergognati, lascia il potere",

"Il dittatore dovrebbe sapere che il suo tempo è ormai giunto al termine",
" Abbasso l'oppressore, che sia lo Shah o il Capo Supremo(Khamenei)",
" Gli studenti sono in carcere, mentre i delinquenti sono in libertà",
" La vittoria è vicina, abbasso il falso governo",
" Il governo dia le dimissioni",
"I mercenari verranno sconfitti".

Gli studenti provenienti da altre facoltà dell'Università di Tehran hanno lasciato le lezioni e si sono affrettati a sostenere gli studenti della Scuola Tecnica, gridando "Libertà, libertà".

L'Agenzia Fars, affiliata ai Corpi Rivoluzionari del regime iraniano, ha riportato l'attacco all'Università di Tehran e ha ammesso che sono stati coinvolti ben 5 mila agenti.

Per porre fine alla rivolta nella Giornata dello Studente, il regime ha portato migliaia di Bassij e di delinquenti provenienti dai villaggi vicini a Tehran, soprattutto da Qarchaj e Varamin, pagando loro un'ingente somma di denaro.
Sono stati impiegati negli attacchi di Lunedى, in occasione della Giornata dello Studente, ed anche Martedى.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
9 Dicembre 2009
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,474FollowersFollow