mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: L'uranio altamente arricchito per uso militare conferma un programma nucleare...

Iran: L’uranio altamente arricchito per uso militare conferma un programma nucleare parallelo

ImageNessuna concessione fermerà la corsa alle armi nucleari del regime in Iran

CNRI, 13 Maggio – ieri, le agenzie di stampa internazionali hanno riportato che gli ispettori dell’Agenzia internazionale dell’energia atomica, ispezionando in gennaio scorso le rovine della località Lavizan-Shian, hanno trovato tracce d’uranio molto arricchito per uso militare.
 La scoperta conferma l’esistenza di progetto parallelo nucleare del il regime dei mullah per dotarsi d’uranio arricchito per uso militare. 

 La resistenza iraniana non ha cessato di lanciare avvertimenti a questo riguardo.

Nel maggio 2003, il Consiglio nazionale della resistenza iraniana aveva rivelato delle informazioni a riguardo nel sito di Lavizan-Shian. Il regime dei mullah temendo eventuali controlli da parte degli  ispettori, aveva trasferito tutte le attrezzature in un altra località ed aveva completamente raso al suolo tutto l’edificio, portando via tutta la terra della zona per pulire il sito da ogni particella radioattiva. Purtroppo, è con molto ritardo che gli ispettori dell’AIEA hanno prelevato campioni della località all’inizio del 2006.

Nel novembre 2004, la CNRI aveva rivelato l’esistenza della località Lavizan-2 dove la maggior parte delle attrezzature era stata trasferita da Lavizan-Shian. Ma fino ad oggi, questa località non è stata ispezionata nella sua totalità, ed il regime ha rifiutato un ispettorato completo della località. Mohammad Mohadessin, presidente della commissione affari esteri del CNRI, ha dichiarato che le ultime scoperte degli ispettori dell’AIEA ribadiscono la necessità di un’azione rapida internazionale e la messa in atto di sanzioni contro il "finanziere centrale" ed il "padrino più attivo del terrorismo di Stato" nel mondo.

Evocando voci turbolenti come quelle del Direttore generale del AIEA, Mohamed ElBaradei, che avrebbe suggerito di autorizzare un arricchimento limitato d’uranio, il sig. Mohadessin ha detto: "il popolo iraniano e la Comunità internazionale aspettano dal sig. ElBaradei, che nella sua posizione del Direttore generale del AIEA è interamente cosciente delle intenzioni disastrose dei mullah con i loro progetti nucleari, di impedire le concessioni ed i vantaggi che permetterebbero alla dittatura religiosa al potere in Iran di armarsi di una bomba atomica." Ia teocrazia considera l’arma atomica e l’esportazione del terrorismo e dell’integralismo come una garanzia strategica per la sua sopravvivenza ed è per questo che nessuna concessione né nessun vantaggio la persuaderà ad abbandonare il suo progetto nucleare.

 Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
 il 13 maggio 2006

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow