sabato, Dicembre 10, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran-Iraq: Minacce e ricatto di Mahmoud Ahmadinejad

Iran-Iraq: Minacce e ricatto di Mahmoud Ahmadinejad

ImageCNRI, 27 Nov – Ieri, il presidente dei mullah Mahmoud Ahmadinejad in un discorso in una conferenza della milizia paramilitare del Bassidj si è rivolto in modo ridicolo alle autorità militari americane dicendo: "La nazione iraniana è pronta ad aiutarli ad uscire da questa palude (in Iraq) a condizione che v’impegniate a cambiare atteggiamento, a porre fine alla vostra oppressione e rinviare tutte le vostre truppe nel vostro paese." "è un appello pubblico e divino", ha minacciato.

 "Ritornate nella via dell’adorazione di dio e della giustizia.”. Se non rispondete positivamente a quest’invito, il braccio della giustizia delle nazioni del mondo si abbatterà su voi per togliere il potere dalle vostre mani. Queste minacce d’Ahmadinejad intervengono nel momento in cui il regime dei mullah fa tutti i suoi sforzi per installare una dittatura religiosa in Iraq. Questo regime ha commesso crimini orribili contro il popolo iracheno. La maggioranza assoluta della popolazione irachena è opposta l’ingerenza del regime di Teheran in questo paese. Nel giugno 2006, 5,2 milioni d’iracheni hanno firmato una dichiarazione che chiama a porre fine a quest’ingerenza. Come lo ha rilevato la resistenza iraniana varie volte, il solo modo di superare l’aumento della crisi nella regione – dell’Iraq in Libano passando per la Palestina – è di eliminare i mullah ed i loro mercenari che cercano di instaurare un impero islamico in Medio Oriente.
 
 Segretariato del Consiglio nazionale della resistenza iraniana.
 Il 27 novembre 2006

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,488FollowersFollow