sabato, Dicembre 10, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran: il 99% dei candidati della farsa elezioni presidenziali dei mullà eliminati

Iran: il 99% dei candidati della farsa elezioni presidenziali dei mullà eliminati

ImageCNRI, 21 maggio – Il Consiglio dei Guardiani del regime iraniano ha respinto la richiesta di 471 candidati per la cosiddetta elezione presidenziale, che approva solo quattro. Questo ancora una volta mostra il vero volto delle elezioni sotto la regola clericale che non è altro che uno spettacolo ridicolo volti a consolidare lo stato di pregiudiziale fazioni all'interno del regime.

Più del 99 per cento dei candidati sono stati eliminati, mentre tutti avevano assicurato la loro piena fedeltà alla Velayat-e Faqih (guida suprema), sistema di scrittura. Molti di loro sono stati coinvolti in crimini commessi dal regime nel corso degli ultimi 30 anni.

I candidati che sono stati approvati dal Consiglio dei Guardiani sono criminali di guerra che hanno perpetrati crimini contro l' umanità, quindi, dovrebbe essere messo sotto processo a tribunali internazionali.

Mahmoud Ahmadinejad, l'attuale presidente del regime, è un responsabile diretto della repressione  e di esportazione del terrorismo nel corso degli ultimi tre decenni.

Mir-Hossein Musavi, 'ex Primo Ministro dei mullah negli anni 80, è stato uno dei alti funzionari del regime durante gli otto anni di guerra Iran-Iraq. E 'stato responsabile della morte di un milione di giovani iraniani nella guerra e ha svolto un ruolo chiave nella esportazione del terrorismo e l'esecuzione dei prigionieri politici, in particolare il massacro di 30.000 prigionieri in estate del 1988.

Mohsen Rezaii, ex comandante del Corpo delle guardie rivoluzionarie islamiche ( Passdaran – IRGC), è stato responsabile della repressione, l'esecuzione e il massacro dei prigionieri politici, la spedizione di giovani iraniani alla morte durante la guerra e la repressione delle minoranze etniche, soprattutto i curdi in Iran occidentale.

Mehdi Karoubi, uno degli stretti collaboratori di Khomeini e l'ex Presidente del parlamento, è stato coinvolto nel saccheggio della ricchezza del popolo iraniano.

Il denominatore comune per i candidati è il loro coinvolgimento nella repressione e assassinio del popolo iraniano, il saccheggio della ricchezza nazionale, unità di acquisire armi nucleari, nonché l'esportazione del terrorismo e il fondamentalismo all'estero. Quindi  la risposta della gente a questo spettacolo si materializza nell’isolamento ed il boicottaggio, come è stato in casi precedenti.Qualsiasi aiuto alla messa in scena di tale teatrino è considerato un soccorso al maccanismo diabolico  terroristico e  repressivo di questa dittatura disumana..

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
21 maggio 2009

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,487FollowersFollow