domenica, Novembre 27, 2022
HomeComunicati StampaDiritti UmaniIran: 100 esecuzioni fin dall’arrivo di Ahmadinejad

Iran: 100 esecuzioni fin dall’arrivo di Ahmadinejad

La settimana scorsa 6 prigionieri sono stati impiccati e altri due condannati a morte dal regime dei mullah

ImageCNRI, 22 NOV- Secondo quanto hanno riportato i mass media governativi iraniani nella scorsa settimana il regime disumano dei mullah ha pubblicamente  impiccato sei prigionieri e ne ha condannati a morte altri due. Una delle vittime era una donna e l’altra un adolescente che al momento del reato aveva solo 16 anni. Tre prigionieri sono stati impiccati nella città di Kermanchah nell’ovest del paese, due nella città di Gorgan al nord ed un altro nella città di Ghazvine nel Nord-ovest.

Il15 novembre un uomo di cui la moglie fu giustiziata nel 2003, è stato impiccato. Il quotidiano ufficiale Keyhan ha anche riportato il che 13 novembre due uomini sono stati impiccati in pubblico  nella città di Gorgan. Ciò porta il numero delle impiccagioni e delle condanne negli ultimi cinque mesi, fin dall’arrivo di Ahmadinejad alla presidenza della repubblica, a 100 persone.

La settimana scorsa il terzo Comitato dell’Assemblea Generale dell’ONU ha adottato una forte  condanna della prosecuzione delle torture e delle esecuzioni in Iran, particolarmente dei giovani di meno di 18 anni. Questa risoluzione è la 52 esima risoluzione di condanna delle violazioni dei diritti dell’uomo in Iran. La resistenza iraniana ricorda che il regime disumano dei mullah ha disprezzato le 52 risoluzioni approvate dai diversi organismi dell’ONU che lo condannano per le sue violazioni dei diritti dell’uomo. La resistenza iraniana chiede  lo studio del bilancio degli abusi  della dittatura religiosa di Teheran da parte del Consiglio di sicurezza dell’ONU e l’adozione di misure idonee.
 Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
 I22 novembre 2005

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,369FollowersFollow