mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeComunicati StampaDiritti UmaniLa richiesta di giustizia e libertà degli iraniani continua a risuonare in...

La richiesta di giustizia e libertà degli iraniani continua a risuonare in tre continenti

Sabato 19 febbraio, iraniani e sostenitori della resistenza iraniana hanno tenuto due manifestazioni separate a Bucarest, in Romania e a Göteborg, in Svezia, chiedendo il processo a Ebrahim Raisi, l’attuale presidente del regime iraniano che ha commesso crimini contro l’umanità durante il massacro di prigionieri nel 1988.


Il 18 febbraio, contemporaneamente all’arrivo a Monaco di Hossein Amir-Abdullahian, il ministro degli Esteri del regime iraniano, per partecipare alla conferenza sulla sicurezza internazionale, iraniani e sostenitori della Resistenza iraniana hanno tenuto una manifestazione per protestare contro la sua presenza. Definendo il ministro Amir-Abdollahian un “terrorista-diplomatico”, hanno chiesto alla Germania di espellerlo.
Lo stesso 18 febbraio a Vienna, mentre le potenze mondiali stavano cercando di negoziare con il regime iraniano, iraniani e sostenitori della Resistenza iraniana hanno tenuto una manifestazione, condannando qualsiasi eventuale accordo che incoraggerebbe il regime iraniano nella sua condotta criminale nei confronti del popolo iraniano e di tutto il Medio Oriente.


Anche il 15 febbraio, mentre i colloqui sul nucleare a Vienna si svolgevano all’Hotel Palais Coburg, iraniani e sostenitori della resistenza iraniana avevano tenuto una manifestazione per condannare qualsiasi compromesso con il fascismo religioso in Iran.


Iraniani, fra i quali familiari dei martiri del massacro del 1988 in Iran, hanno organizzato una manifestazione davanti al tribunale di Stoccolma il 15 febbraio, chiedendo il processo al leader supremo del regime Ali Khamenei, al presidente Ebrahim Raeisi e al presidente della Corte Suprema Gholam-Hossein Mohseni-Ejei per genocidio e crimini contro l’umanità.


Lunedì 14 febbraio, iraniani e sostenitori della Resistenza iraniana hanno tenuto diverse manifestazioni in diversi Paesi del mondo per celebrare l’anniversario della rivoluzione del 1979 in Iran che rovesciò la dittatura monarchica. Impegnandosi a combattere la tirannia fino al raggiungimento della libertà, hanno fatto eco all’aspirazione del popolo iraniano di rovesciare il regime disumano di Khamenei.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow