sabato, Novembre 26, 2022
HomeNotizieIran NewsUn parlamentare del regime iraniano: “Ho letto un libro sulla portata della...

Un parlamentare del regime iraniano: “Ho letto un libro sulla portata della corruzione in Iran ed ho pianto”

CNRI – Ghasem Ahmadi, un membro del parlamento del regime iraniano, ha parlato ai suoi colleghi della corruzione nell’Iran dei mullah.

Nel suo discorso al Parlamento, domenica 16 Ottobre, Ahmadi ha detto: “Negli ultimi giorni ho letto un libro sulla portata della corruzione in Iran. Ho pianto. Vi leggerò alcuni brani di questo libro di 160 pagine citato dall’Istituto Tadbir Eghtesad. Amici! Vi prego! Ascoltate! Questi sono solo i dati relativi alla corruzione nelle banche:

• appropriazione indebita di 1.875.000 dollari nella Banca Saderat

• appropriazione indebita di 38.000.000 dollari nella Banca Saderat, filiale di Tajrish

• appropriazione indebita di 400.000 dollari nella Banca Tejarat

• appropriazione indebita di 12 milioni di dollari da parte del direttore della Banca …, filiale di Parigi 

• appropriazione indebita di 7,5 milioni di dollari in un’azienda appartenente alla Banca Melli Iran di Dubai

• frode da 16 milioni di dollari compiuta simultaneamente da tre banche: Saderat, Sepah e Mellat

Sì, queste questioni e il non essere riusciti a punire seriamente i responsabili, hanno creato gli emulatori di Shahram Jazayeri, Khavari e Babak Zanjani (alcuni miliardari condannati per truffa).

Tutta questa corruzione mira a colpire i diritti dei nobili insegnanti ed educatori i quali, purtroppo, sono stati ampiamente disprezzati dai funzionari. Il Fondo di Riserva dei Docenti, che interessa 900.000 membri, ha perso diverse centinaia di miliardi ed attualmente si trova in uno stato disastroso.

La Banca Sarmayeh ha perso circa 1.500 miliardi di toman solo nel 2015. Questa banca ha cambiato sei amministratori delegati in due anni, che sono serviti da copertura alle loro violazioni.

La Moallem Insurance, non in attività in questi giorni, ha solo 20 consulenti che vengono pagati. Nel frattempo qualcuno ha 3.900 miliardi di toman di debito bancario: il 90% delle strutture bancarie per sole 30 persone.

Vale la pena ricordare che anche Ahmad Tavakkoli, ex-membro del parlamento del regime, ha espresso la sua preoccupazione per la corruzione sistematica e il collasso del sistema. In un’intervista alla TV del regime Tavakkoli ha detto: “Se non combattiamo la corruzione, questa distruggerà definitivamente la Repubblica Islamica. E non solo la Repubblica Islamica, ma qualunque governo dovrebbe essere rovesciato se corrotto. Attualmente ci troviamo ad un livello di corruzione sistematica”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,364FollowersFollow