venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeNotizieIran NewsUn leader religioso iracheno chiede che al-Maliki si dimetta per il massacro...

Un leader religioso iracheno chiede che al-Maliki si dimetta per il massacro di al-Hawijah

CNRI – Un eminente leader religioso iracheno ha chiesto che il primo ministro Nouri al-Maliki si dimetta per il massacro di 38 persone che protestavano contro il governo nell’Iraq settentrionale questa settimana.
Forze di sicurezza irachene hanno perpetrato questa atrocità durante un attacco contro il campo dei manifestanti nella città di al-Hawijah martedì. Abdulmalek al-Saadi ha avanzato la richiesta di dimissioni in una serie di dichiarazioni rivolte al popolo iracheno.
Egli ha detto: “La soluzione di questo problema è sostituire il capo dell’esecutivo con un cittadino iracheno onorabile e patriottico così che l’Iraq possa ottenere stabilità.
“Mi rivolgo all’esercito iracheno che ha commesso questo sanguinoso e feroce massacro ad al-Hawijah. Dico agli ufficiali, comandanti e soldati: ‘Voi avete fatto adirare Dio e avete compiaciuto il vostro comandante Maliki e i suoi seguaci. Noi esporremo i criminali fra voi nelle città di Faloujeh, Diyala, Mousel, Kirkuk e al-Hawijah. Essi saranno puniti equamente dal popolo iracheno e non hanno via d’uscita’.
“Chiedo agli uomini, ai giovani, ai religiosi, ai capi delle tribù e ai lavoratori dell’istruzione che sono in sciopero di dare prova di moderazione fino a quando le forze armate inizino ad agire pacificamente.
“Difendere se stessi è un dovere, e chiunque muore in questa situazione è considerato un martire. Difendetevi con coraggio.”
Egli ha anche detto ai capi dell’esercito: “Posate a terra le armi e unitevi alle persone onorabili nella protesta. Proprio come i vostri onorabili fratelli hanno fatto nell’esercito siriano.
“Chiedo alle autorità religiose sciite nelle città di Najaf Ashraf e Karballa e in altre province dell’Iraq di protestare contro questa repressione poiché si tratta dei vostri fratelli e dei vostri figli – prescindendo dalle differenze religiose – che sono uccisi nei luoghi della protesta.
“Chiedo alle tribù arabe nel sud del Paese di proibire ai loro figli militari di obbedire agli ordini del governo o dei suoi comandanti di uccidere iracheni di qualsiasi religione o cultura.”

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,889FollowersFollow