sabato, Novembre 26, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaSan Marino: Appello per un Iran Libero

San Marino: Appello per un Iran Libero

Il sostegno della maggioranza dei consiglieri al Consiglio Nazioanle della Resistenza Iraniana come alternative al regime dei mullah

Da circa quattro decenni la dittatura teocratica in Iran viola sistematicamente il Diritti Umani e per questo è stato più volte condannata.

Oltre 120.000 persone, tra i dissidenti e gli attivisti per la democrazia e i Diritti umani, sono state impiccate e in alcuni casi i loro famigliari sono stati oggetto di arresti arbitrari, atroci torture e impiccagioni.

Nell’estato del’88 il regime iraniano, in solo due mesi, ha fatto eccidio di 30.000 prigionieri politici, perché dissidenti e per il sostegno al movimento di opposizione dei Mojahedin del popolo iraniano (PMOI). Amnesty International ha menzionato tale eccidio “crimine contro l’umanità” di cui i responsabili debbano essere messi di fronte alla giustizia. Secondo la relazione delle Nazioni Unite l’Iran è al primo posto per il numero di impiccagioni relativo alla sua popolazione.
Nonostante l’oppressione dura e Violanta del regime in Iran, il mondo è stato testimone, tra dicembre e gennaio, dell’ondata della rivolta che in pochi giorni si è estesa in più di 140 città del Paese. Gli slogan più ripetuti nelle manifestazioni esprimomo le istanze della popolazione iraniana per la democrazia e per porre un freno all’espansionismo terroristico e militare.
Noi, Consiglieri della Repubblica di San Marino, esprimiamo la solidarietà e il sostegno alle istanze del popolo iraniano, lanciati nelle recenti manifestazioni popolari. Il tempo in Iran sta cambiando, la popolazione iraniana vuole cambiamento per instaurare la libertà e portare in Medio Oriente pace e stabilità.
Pur comprendendo esigenze diplomatiche degli stati, riteniamo che ogni relazione col regime iraniano debba essere ponderata sulla base di precisi impegni contro l’arresto dei dissidenti politici, contro la tortura e le impiccagioni, contro le politiche tese ad alimentare il terrorismo e contro ogni forma di incitamento alla guerra.
Per questo sosteniamo il grande raduno degli iraniani a Parigi del 30 giugno 2018, riconoscendo al Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI), il ruolo di esercitare un’alternativa al regime cosi come sosteniamo la piattaforma in 10 punti della signora Maryam Rajavi, presidente eletta del CNRI, per un Iran repubblicano e democratico che si basi sulla separazione tra potere religioso e politico, che affermi uguaglianza tra i sessi, le etnie e le religioni, che abolisca la pena di morte, favorisca la pacifica convivenza con i paesi confinanti, il rispetto alle leggi e delle convenzioni internazionali per la garanzia della democrazia, lo sviluppo e il progresso dell’Iran.

Repubblica San Marino, giugno 2018
I Consiglieri della Repubblica di San Marino

Tra le firme ci sono :

Capogruppo Parlamentare di Sinistra Socialista Democratica
Capogruppo Consiliare di Civico 10
Capogruppo Consiliare di Repubblica Futura

le tre forze compongono la maggioranza di governo con 35 consiglieri su 60

Presidente della Commissione Esteri
Segretario di Sinistra Socialista Democratica
Presidente della Commissione Finanze e Bilancio
Ex Capitani Reggenti dell’ultimo mandato
Presidente della Commissione Affari di Giustizia
Presidente della delegazione parlamentare presso il Consiglio d’Europa
Presidente di Sinistra Socialista Democratica

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,364FollowersFollow