mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieIran NewsParole dure sull’Iran dal Segretario di Stato americano

Parole dure sull’Iran dal Segretario di Stato americano

Di Mahmoud Hakamian

Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo, durante la sua visita agli Emirati Arabi Uniti, ha dichiarato che l’America ed suoi alleati del Golfo sono intenzionati a mostrare all’Iran che le sue azioni avranno un “costo molto elevato”.

Le dichiarazioni rilasciate Martedì da Pompeo di fronte ad una alleato degli Stati Uniti che ospita circa 5000 elementi delle forze americane in una cruciale base aerea ed il porto di scalo estero più trafficato della marina americana, hanno mostrato che gli Stati Uniti stanno aumentando la pressione su Teheran dopo che il regime ha minacciato di interrompere le forniture di petrolio in Medio Oriente.

Sebbene non abbia rivelato nessun dettaglio, il suo messaggio ha raccolto i favori della platea: gli Emirati Arabi Uniti sospettano da molto dell’accordo sul nucleare con le potenze mondiali, dal quale il Presidente Trump ha recentemente annunciato l’uscita degli Stati Unti.

Pompeo ha dichiarato: “La cosa sulla quale siamo oggi più focalizzati è […] negare all’Iran il potere finanziario per continuare la sua cattiva condotta, si tratta quindi di una vasta gamma, di una serie di sanzioni che hanno come bersaglio non il popolo iraniano ma che hanno bensì come unico scopo convincere il regime iraniano che la sua condotta è inaccettabile e che comporterà per loro un costo elevato.”

Pompeo ha anche affrontato il tema delle recenti minacce avanzate dal Presidente del Regime Iraniano Hassan Rouhani relativamente allo Stretto di Hormuz, attraverso cui passa un terzo di tutto il petrolio trasportato per mare. La scorsa settimana, durante la sua visita in Europa, Rouhani ha dichiarato che qualsiasi interruzione dell’esportazione del petrolio iraniano comporterebbe un’interruzione delle esportazioni di tutta la regione.

Dal momento che ci si aspetta che gli Stati Uniti spingano i loro alleati ad interrompere l’importazione di petrolio greggio iraniano, il costo del petrolio si è alzato a livello mondiale. Alleati come l’Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti ed il Kuwait hanno dichiarato di essere disposti ad aumentare la loro produzione secondo le necessità; nonostante ciò, un aumento della produzione potrebbe non essere sufficiente a soddisfare la domanda.

Secondo l’AAA, il prezzo del petrolio negli Stati Uniti è oggi di 2.86$ al gallone, un salto notevole se si considerano i 2.26$ dell’anno scorso. Trump ha dichiarato in un suo tweet che i fornitori di petrolio devono impegnarsi di più per abbassare i prezzi.

Pompeo ha dichiarato che “l’Iran deve sapere che l’America è determinata a tenere aperte le linee marittime, mantenendo il transito del petrolio disponibile al mondo intero”. Egli ha poi aggiunto: “E’ questo un impegno che manteniamo da decadi e che continueremo a portare avanti.”

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,474FollowersFollow