martedì, Gennaio 31, 2023
HomeNotizieIran NewsLa Germania: “Dipende dall'Iran quando verranno revocate le sanzioni”

La Germania: “Dipende dall’Iran quando verranno revocate le sanzioni”

La Germania ha detto venerdì che comprende la richiesta del regime iraniano che tutte le sanzioni vengano revocate immediatamente, una volta che l’accordo finale sul suo programma nucleare sia stato raggiunto, ma Tehran deve prima rispettare le condizioni di questo accordo.

Ali Khameni, leader supremo del regime e Hassan Rouhani, presidente del regime, giovedì hanno detto di volere che tutte le sanzioni vengano revocate il primo giorno di entrata in vigore dell’accordo.

La portavoce del Ministro degli Esteri tedesco, Sawsan Chebli, ha detto: “Naturalmente comprendiamo l’interesse dell’Iran a che le sanzioni vengano revocate il più presto possibile, ma finora non si è parlato di un programma in termini di mesi e giorni”.

“Le sanzioni verranno revocate solo quando Tehran rispetterà le condizioni dell’accordo finale ancora da redigere e quando l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica avrà confermato la sua attuazione”, ha precisato.

“In pratica dipende dall’Iran il giorno in cui ciò avverrà”, ha detto.

Gli Stati Uniti hanno avvertito giovedì che le sanzioni al regime iraniano verranno revocate in diverse fasi, a mano a mano che l’accordo verrà attuato.

“Le sanzioni verranno sospese con un processo a più fasi, previa verifica che l’Iran abbia rispettato degli impegni precisi nell’ambito di un piano di azione esaustivo, finalizzato e congiunto”.

Il portavoce del Dipartimento di Stato americano Jeff Rathke ha ribadito che l’accordo di massima raggiunto il 2 Aprile da Tehran e le sei potenze mondiali, tra cui anche Washington, prevede una revoca graduale delle sanzioni internazionali. Al momento non c’è alcun accordo stabilito su come o quando revocare innanzitutto le sanzioni.

Il Ministro degli Esteri francese Laurent Fabius, giovedì ha detto ai parlamentari che le parti coinvolte nei negoziati per l’accordo sul nucleare iraniano devono ancora discutere molte questioni chiave.

“Restano ancora degli argomenti su cui non c’è accordo, soprattutto sulle sanzioni economiche, e il leader supremo ha fatto delle dichiarazioni che dimostrano che c’è ancora molto lavoro da fare”, ha detto Fabius secondo la Reuters.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,910FollowersFollow