martedì, Febbraio 7, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Sostenere la rivolta nazionale del popolo iraniano

Iran: Sostenere la rivolta nazionale del popolo iraniano

ImageI legislatori tedeschi difendono i diritti dei residenti di Ashraf e sostengono la rivolta nazionale iraniana
 
CNRI – Una dichiarazione che difende i diritti dei residenti di Ashraf in Iraq ed un esplicito sostegno per la rivolta nazionale in Iran firmato da oltre 100 parlamentari tedeschi appartenenti a vari partiti politici sono stati presentati in un incontro il 23 marzo al Reichstagpräsidentenpalast del Bundestag tedesco. Alla riunione hanno partecipato la signora Maryam Rajavi, Presidente eletta della Resistenza Iraniana e un certo numero di parlamentari tedeschi e capi delle commissioni parlamentari. Segue Il testo della dichiarazione:

Sostenere la rivolta nazionale del popolo iraniano
Impedire un ulteriore spargimento di sangue

Attraverso la loro rivolta e al grido di "morte a Khamenei", "basta con il principio dell’ assoluto dominio clericale", e "Viva la libertà," il popolo iraniano ha dimostrato di cercare la fine della dittatura religiosa. Il ruolo pionieristico delle donne e dei giovani è particolarmente lodevole. Questa rivolta ha assunto dimensioni più ampio e si è ulteriormente approfondito, nonostante crudeli omicidi del regime, arresti arbitrari, torture sistematiche, stupri e la censura dei media. Centinaia di detenuti sono stati trasferiti ai "tribunali rivoluzionari." Il Vicecapo della magistratura, Raeesi, e il giudice dei tribunali rivoluzionari, che presiede i processi dei detenuti in rivolta accusati di essere "mohareb" (nemici di Dio), hanno detto che ai sensi dell'articolo 186 del Codice Penale Islamico, finchè la leadership del movimento di opposizione popolare Organizzazione dei Mojahedin del Popolo dell'Iran (PMOI), non è stata eliminata, fornendo una qualsiasi forma di sostegno a questo movimento ciò sarebbe stato considerato un atto di moharebeh ( guerra contro Dio), che porta alla condanna a morte. Amnesty International ha messo in guardia su processi farsa, ed esecuzioni dei sostenitori del PMOI che sono stati arrestati nel corso delle recenti manifestazioni pacifiche e accusati di essere mohareb.

Il regime iraniano cerca di annientare i 3.400 dissidenti iraniani residenti a Campo Ashraf in Iraq sperando di avere mano libera in seguito per sopprimere la rivolta in Iran. Gli attacchi mortali da parte delle forze irachene contro il campo il 28 e 29 luglio 2009 hanno causato 11 morti e 500 feriti tra gli abitanti indifesi. Il mondo ha condannato questi crimini. Ora, l'intervento immediato delle Nazioni Unite per garantire la protezione dei residenti del campo che devono affrontare le minacce di ricollocazione forzata e il massacro è diventato un imperativo.

Il popolo iraniano cerca la separazione tra stato e religione. Una repubblica fondata sul pluralismo politico, il secolarismo, abolizione della pena di morte e la pacifica coesistenza di un Iran non nucleare con altri paesi, contribuisce a garantire la pace globale. La presidente eletta della Resistenza Iraniana, la Sig.ra Maryam Rajavi, ha respinto la politica di accondiscendenza nei confronti dei mullah, nonché un intervento militare straniero, chiedendo, invece, resistenza contro la tirannia religiosa una solidarietà nazionale tra il popolo iraniano. Questo può costituire la base per un cambiamento democratico in Iran.

E ' ora che l'Unione europea prenda molto sul serio la determinazione del popolo iraniano di raggiungere la libertà. Il primo passo in questa direzione è quello di fornire pieno sostegno alle proteste popolari. Va sottolineato che il regime criminale religioso non ha alcuna legittimità di sorta. L'ONU deve essere aiutato a svolgere le sue responsabilità per quanto riguarda le esecuzioni, omicidi e violazioni dei diritti umani in Iran, nonché la tutela dei dissidenti iraniani ad Ashraf. Il mondo non può semplicemente guardare come una dittatura religiosa continua ad uccidere il suo stesso popolo. Abbiamo una grande responsabilità in questo senso.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,945FollowersFollow