sabato, Dicembre 3, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran - On. Antonio Tasso: Durante la visita nella vostra Ashraf 3,...

Iran – On. Antonio Tasso: Durante la visita nella vostra Ashraf 3, io ho imparato molto da donne e uomini che ho incontrato

Madame Rajavi, Illustri Rappresentanti, Signore e Signori.

Nel settantesimo anniversario della “Dichiarazione universale dei diritti umani” abbiamo l’opportunità di meditare sul suo primo articolo: “tutti gli uomini sono nati liberi ed eguali nella dignità e diritti”. 

E’ un momento per riflettere su quanto abbiamo fatto per sostenere i diritti universali;
quante generazioni sono state perdute combattendo per un’idea,
quante persone stanno rischiando le loro vite per ciò che credono sia giusto.
C’è qualcosa di più giusto della libertà di parola, di pacifica assemblea e stampa libera?
C’è qualcosa di sbagliato o eccessivo nel diritto di eleggere i nostri governatori, nel diritto degli uomini di essere sicuri nelle loro case e liberi dagli arresti e punizioni arbitrarie?
Ciò che io ritengo sia sacro è la difesa di queste libertà e la lotta contro la tirannia, l’oppressione e la discriminazione.
Libertà conquistate attraverso il sacrificio di molte vite
ed è dovere di ciascun cittadino di sforzarsi e credere fortemente che una società moderna e democratica, dove nessuno è lasciato indietro, è una possibilità concreta.
In Iran, sfortunatamente, i diritti umani basilari e le libertà fondamentali sono spesso negate ed è con profondo dolore che leggo delle esecuzioni, carcerazioni e fustigazioni per “sconvolgimento dell’ordine pubblico” e “propaganda contro il regime”, mentre l’obiettivo di un governo equo e giusto dovrebbe essere promuovere dignità, umanità e rispetto tra i suoi cittadini, per prevenire un mondo di odio, diseguaglianza e disperazione.

Emerge afflizione di fronte alla discriminazione femminile, che fa dimenticare alla società un elemento essenziale del progresso.
Una componente indispensabile per sperare in un mondo migliore, meno violento e più prospero, basato su un modello di cooperazione ed integrazione, capace di respingere la lotta e l’incertezza ed offrire invece grazia, generosità e saggezza.
Il mondo ha offerto innumerevoli esempi di virtù femminili in ogni area della sfera umana ed una nobile comunità come quella Iraniana non può rimanere in disparte.
La via per il progresso prende la sua forma da adesso e, se il futuro è improntato alla crescita, è necessario motivare ogni cittadino con abbastanza coraggio e prodezza da non farli cadere in una sorta di autocensura, convinti che ogni porta è aperta anche all’ultimo tra noi.
E’ stata, per me, la prima volta in Albania, perciò, ringrazio i Rappresentanti albanesi per la loro ospitalità. Grazie.
Ed è stata la prima volta in Ashraf 3, nella vostra casa. Ashraf 3. è il miglior esempio di una comunità di uomini e donne che cooperano come una cosa sola, per portarci più vicino ai nostri più alti ideali.

In conclusione, Madame Rajavi, Illustri Rappresentanti, Signore e Signori, oggi durante la visita nella vostra comunità, nella vostra Ashraf 3, io ho imparato molto da donne e uomini che ho incontrato. Lezioni di passione, coraggio e fede nel futuro. Ed io vi auguro, con il mio cuore e la mia anima, di tornare presto nel vostro Paese, per un prospero futuro in un Iran libero.
Grazie.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,410FollowersFollow