lunedì, Aprile 15, 2024
HomeNotizieIran NewsDocumenti trapelati rivelano come il leader supremo detta il Parlamento e usurpa...

Documenti trapelati rivelano come il leader supremo detta il Parlamento e usurpa la ricchezza dell’Iran

iran khamenei ejei raisi ghalibaf

Tra i documenti ottenuti dal gruppo dissidente GhiamSarnegouni dalla violazione del server parlamentare, ne troviamo uno contenente una lettera confidenziale di Mohammadí Golpayegani, capo dell’ufficio della Guida Suprema, al Presidente del Parlamento Mohammad Bagher Ghalibaf. In questa lettera, timbrata “azione urgente”, le seguenti richieste sono state dettate al parlamento:
1-Aumentare i fondi per il Centro di Servizi per i Seminari religiosi.
2-Destinare 100 miliardi di toman al Fondo di dotazione per gli studenti stranieri del seminario della Società dei Compagni del Profeta.
3-Assegnare una linea di bilancio per i santuari sacri.
4-Aumentare il budget dei santuari sacri da 30 miliardi di toman a 80 miliardi di toman.
5-Destinare 100 miliardi di toman al Fondo Balagh per sostenere i “Predicatori nativi” in paesi stranieri.
6-Aumento del budget per l’Assemblea Mondiale del Risveglio islamico e l’Assemblea Mondiale di Ahlul Bayt.
7-Richiesta di assegnazione del budget a ” alcune istituzioni affiliate e istituzioni collegate all’ufficio “[ufficio della Guida Suprema].

iran leaked files golpaygani letter file 1iran leaked files golpaygani letter file 2
8-Richiesta di un aumento del 100% dei fondi per “sostenere le scuole religiose sunnite e sostenere il sostentamento dei chierici sunniti.”
In questi file, l’ufficio della Guida Suprema iraniana, Ali Khamenei, estende la sua influenza oltre le mere direttive. Include un elenco allegato di varie istituzioni che cercano stanziamenti di bilancio, drenando ulteriormente fondi dalla popolazione iraniana per alimentare la propaganda estremista all’estero e perseguire i sinistri programmi del regime.
In una dittatura, il concetto di rami indipendenti del potere è nullo, come dimostra questo documento che rivela come il parlamento serve il regno di Khamenei. Analogamente alla conformità del presidente del regime Ebrahim Raisi con gli ordini di Khamenei, il parlamento è costretto a emanare le sue direttive, prestando loro una patina di legislazione.
L’economia iraniana è dominata da entità associate al Corpo delle Guardie Rivoluzionarie islamiche (IRGC) e all’ufficio di Khamenei, costringendo sia il governo che le imprese private a prosperare solo attraverso i collegamenti con i funzionari o i loro parenti. Le banche, gli istituti di credito e persino la borsa partecipano allo sfruttamento della ricchezza delle persone.
L’IRGC, come la più grande forza armata dell’Iran e principale strumento economico, esercita il pieno controllo su banchine, valichi di frontiera e attività illecite, tra cui la vendita all’asta di materie prime e il contrabbando di stupefacenti.
In questo ciclo, la Guida suprema del regime detta, il parlamento legifera, il governo esegue e la magistratura punisce il dissenso contro la corruzione e la criminalità prevalenti.
A seguito della fallita strategia di guerra del regime con l’Iraq, il regime clericale ha fatto ricorso a crimini eclatanti per perpetuare il suo potere. Ciò includeva il massacro di prigionieri politici del 1988, gli omicidi mirati di intellettuali (omicidi a catena), progetti nucleari, missili balistici e droni, la promozione di reti di proxy nei paesi regionali e il sostegno al terrorismo globale.

iran leaked files attached list organizations
Il bilancio primario della nazione, derivato da riserve di petrolio, ricchezza minerale e fonti illecite, sostiene una vasta gamma di funzionari e agenzie vitali per preservare il dominio di Khamenei. Alcuni di essi includono:
– Centro per i servizi del Seminario
Organizzazione di propagazione Islamica (Islamic Development Organization)
– Consiglio Supremo dei Seminari
– Società Internazionale Al-Mustafa (Università Internazionale Al-Mustafa)
– Organizzazione della cultura e della comunicazione islamica
– Consiglio Politico dei Seminari delle Suore
– Ufficio di propagazione islamica del Seminario di Qom (Seminario islamico di Qom)
– Consiglio di pianificazione per la gestione dei Seminari Khorasan
– Dotazione e organizzazione di beneficenza
– Consiglio di coordinamento per la propagazione islamica (Consiglio di coordinamento dello sviluppo islamico)
– Assemblea Mondiale Ahl Al-Bayt
– Il Forum Mondiale per la prossimità delle scuole di pensiero islamiche
– Sede per la Promozione della Virtù e la prevenzione del Vizio
– Moschea Affari Centro
– Istituto Culturale e di ricerca della Rivoluzione Islamica
Consiglio politico dei leader della preghiera del venerdì
– Accademia di Lingua e Letteratura Persiana
– L’Istituto per la compilazione e la pubblicazione delle opere dell’Imam Khomeini
– Istituto di Ricerca per la Cultura e il pensiero islamico
– Istituto di Istruzione e Ricerca Khomeini
– Sede dell’Istituto di preghiera
Centro di ricerca Informatica di Scienze Islamiche (CRCIS)
– Istituzione dell’Enciclopedia islamica Feqh
– Seminario d’Arte dell’Organizzazione di propagazione Islamica
– La Fondazione Encyclopaedia Islamica
– Mosque Affairs Response Institute
Università Imam Sadegh
– Università Internazionale Imam Khomeini
– Università Internazionale Ahl al-Bayt (AS)
– Sura University
Segretariato del Consiglio Supremo della Rivoluzione Culturale
– Fondazione Saadi
– Seminario e Istituto di Ricerca Universitario
Numerose istituzioni mantengono organizzazioni affiliate e rappresentanti in diverse nazioni a livello globale. Conducono transazioni con società straniere e persino governi attraverso il Ministero degli Affari esteri del regime iraniano, spesso sotto nomi alternativi.
Affrontare la rete di infiltrazione del regime iraniano e il contrabbando non è solo cruciale per salvaguardare la nazione e i suoi cittadini dalla tirannia. Con quattro decenni di crimini di Teheran ora palesemente evidenti alla comunità internazionale, è giunto il momento di azioni decisive per tagliare la portata dei chierici in domini mirati. Il raggiungimento di questo obiettivo richiede risolutezza e determinazione politica incrollabili.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
42,222FollowersFollow