giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Messaggio di Maryam Rajavi in occasione del Santo Natale e del...

Iran: Messaggio di Maryam Rajavi in occasione del Santo Natale e del Nuovo Anno

Il 2019 sarà un anno di progressi per la resistenza e di avanzamento delle rivolte verso la libertà e la vittoria

Cristiani perseguitati dell’Iran, amati compatrioti, seguaci di Gesù Cristo in tutto il mondo, vi porgo i mei auguri in occasione del Santo Natale, che celebra la nascita di Gesù Cristo, Figlio di Maria, il grande profeta di Dio, e mi inchino di fronte alla Vergine Maria, eterno esempio di innocenza e purezza.

La nascita di Gesù Cristo è una giubilante celebrazione per l’umanità in catene che anela l’emancipazione e la fratellanza.
Egli fu il messaggero della compassione e dell’amicizia ed era solito dire: “Qualsiasi cosa tu abbia fatto ad uno solo dei miei fratelli e delle mie sorelle più piccoli, l’hai fatta per me.” (Matteo 25 : 35-40)
Cristo istituì una tradizione che mostrò agli uomini che potevano essere privilegiati sacrificandosi per gli altri. Egli disse: “Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni con gli altri. Nessuno ha amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.” (Giovanni 15 : 9-17)
Egli descrisse la sublime esistenza degli esseri umani come vivere per servire gli altri e non se stessi, e disse che non era venuto per essere servito, ma per servire e per dare la propria vita in riscatto per molti. (Matteo 20 : 25-28)

Gesù Cristo lodò coloro che venivano insultati, perseguitati e falsamente accusati di cose malvagie a causa della loro rettitudine. (Matteo 5 : 10)
Egli fu il messaggero della giustizia e l’araldo di un mondo dove i primi saranno gli ultimi e gli ultimi saranno i primi.
Oggi il mostro dell’oppressione, della frode, della vendetta e della crudeltà, ovvero il regime del Velayat-e Faqih, è in guerra contro i messaggi di emancipazione di Cristo, Mohammad e tutti i profeti di Dio.
Tuttavia l’impeto e la forza di quesi messaggi e l’enorme potere del popolo che brama l’emancipazione e la libertà volteranno quest’oscura pagina della storia dell’Iran e del mondo.

Benedetti sono coloro che sono perseguitati a causa della loro rettitudine, è per loro il regno dei cieli.
Cari compatrioti, simpatizzanti della Resistenza in tutto il mondo, a nome della Resistenza del popolo iraniano, vorrei augurarvi, in occasione dell’avvento del 2019, un felice anno nuovo.
L’anno che sta per giungere al termine ha visto la dittatura dei mullah accerchiata dalle incessanti rivolte e dai movimenti di protesta del popolo iraniano; è stato un anno di deterioramento senza precedenti per gli insolubili dilemmi del regime, e sarà un anno in cui la nostra resistenza persistente ed organizzata contro il fascismo religioso dei mullah sarà in ascesa.
L’imminente 2019 sarà l’anno dell’avanzamento della resistenza e delle rivolte in direzione della libertà e della vittoria.

Mi appello ai popoli di tutto il mondo affinché supportino la resistenza e la rivolta del popolo iraniano per il rovesciamento del despotismo, della discriminazione religiosa e di un regime che è il banchiere centrale del terrorismo ed il nemico della pace.
Buon Natale e Felice Anno Nuovo

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow