mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: Il capo del GCC critica Khamenei sull’ interferenza in Bahrain

Iran: Il capo del GCC critica Khamenei sull’ interferenza in Bahrain

Riyad (Saudi Gazette) – Abdullatif Al-Zayani, Segretario Generale del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC), ha condannato le osservazioni da parte della Guida Suprema iraniana Ali Khamenei in Bahrain e sul suo popolo nel corso di una recente conferenza in Iran. Al-Zayani ha respinto le dichiarazioni di Khamenei fatte a “Studiosi Musulmani e Risveglio Islamico”, tenutasi in Iran di recente come “errori riprovevoli” e una “palese interferenza” negli affari interni del Bahrein. Ha detto che le dichiarazioni erano in violazione dei principi della religione islamica e di buon vicinato, così come del diritto internazionale.
“La situazione in Bahrain è un affare interno, e dnessun altro Paese, compreso l’Iran, ha il diritto di interferire in essa”, ha detto Al-Zayani.
“Le persone libere del Bahrein sono pienamente in grado di affrontare i loro problemi da sole, lontano dalla palese interferenza dell’Iran, che ha sempre cercato di seminare la divisione tra il popolo del Bahrein”, ha aggiunto.
Al-Zayani ha espresso rammarico per l’innalzamento dello slogan “risveglio islamico” da parte dei funzionari iraniani in un momento in cui molti Paesi della regione soffrono di politiche del loro regime basate sulla diffusione di un “detestabile pensiero settario, sulla creazione di terrore e le cellule di spionaggio, alimentando tensioni e minando la sicurezza.
Il Segretario Generale dell’ GCC  ha espresso sorpresa per osservazioni di Khamenei circa l’ingiustizia, le privazioni e diritti umani, mentre il suo popolo, come tutto il mondo sa, annaspa in situazioni tragiche in tutti questi settori.
“In Iran, le minoranze sono oppresse, emarginate e private ​​dei diritti umani fondamentali garantiti da tutte le religioni monoteiste e dalle norme internazionali”, ha detto, aggiungendo che “Khamenei, al tempo stesso, non esita a fornire tutti i tipi di supporto ad una regime che uccide il suo stesso popolo utilizzando tutti i tipi di armi letali”.
Si riferiva al sostegno dell’Iran al regime siriano del presidente Bashar Al-Assad.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,400FollowersFollow