sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: I licenziamenti nelle fabbriche di pezzi di ricambio per auto aumentano...

Iran: I licenziamenti nelle fabbriche di pezzi di ricambio per auto aumentano vertiginosamente

CNRI – Almeno 122.000 operai delle fabbriche di pezzi di ricambio per auto sono stati licenziati l’anno passato in Iran, quando l’economia del regime è caduta preda della crisi, rivelano le cifre più recenti. Mohammad Reza Najafi-Manesh, dell’Associazione dell’industria della componentistica per automobile, il 22 luglio ha dichiarato all’agenzia di stampa ILNA che la causa dei licenziamenti di massa risiede nella mancanza di liquidità dell’economia iraniana.

“Prima dell’aggravarsi della crisi economica, l’anno passato, almeno 350 operai erano impiegati nella fabbricazione di pezzi di ricambio per auto. Con la crisi monetaria, almeno dal 30 al 50% di questi operai sono stati licenziati.”

Molti altri, che facevano turni a rotazione, hanno visto le loro ore di lavoro ridotte a un turno solo, perché le ordinazioni di automobili nuove sono crollate e 137 fabbriche di assemblaggio sono state chiuse, ha spiegato.

Gli esperti addebitano la crisi dell’Iran e la chiusura imponente delle fabbriche al rafforzamento delle sanzioni internazionali contro il regime iraniano, che sfida il mondo con la sua corsa agli armamenti nucleari.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,487FollowersFollow