lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeNotizieArticlesIran: Couponizzazione della benzina . Quali sono gli obiettivi?

Iran: Couponizzazione della benzina . Quali sono gli obiettivi?

ImageDopo 18 anni di segretezza del progetto atomico, e grazie alla resistenza iraniana che riuscì ad aprire gli occhi del mondo sui veri obiettivi del regime dei mullah, il regime sta tentando a sfruttare  tutti i mezzi a sua disposizione per inventare qualche giustificazione in seno al suo progetto atomico. L’Agenzia atomica dell’Onu dopo quasi 4 anni di tira e molla alla fine ha alzato le mani e ha dichiarato che l’Agenzia non è in grado di garantire la pacificità del programma atomica iraniana.

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu dopo aver superato milte difficoltà burocratiche e tecniche  ha finalmente messo le mani sul progetto atomico dei Mullah. Il Consiglio di Sicurezza ha rilasciato tre risoluzioni e siamo quasi alla vigilia della quarta se naturalmente il regime di Teheran non sospende l’arricchimento dell’uranio. Secondo me stiamo andando verso lo scontro con la comunità internazionale. Il regime dei mullah non abbandonerà mai il suo progetto atomico finalizzato alla costruzione della bomba atomica, chiamato dalle massime autorità iranianae come " la granzia della soppravvivenza dell’Islam".

Teheran ha usato e sfruttato tutti i mezzi che ha a sua disposizione grazie anche alla politica di accondiscendenza dell’occidente e non solo occidente. Ha fondato e costruito migliaia di società e compagnie sotto veri e falsi nomi, sia in Iran che all’estero, per poter garantire i mezzi necessari a tale progetto. Sono stati spesi miliardi e miliardi di dollari. Sono stati usati società e personalità fisiche e giuridiche onde giustificare tali acquisti. Tutto in segreto. Sono stati sguinzaliati giornalisti, commentatori, professori, analisti, politici e buisness man, in ogni angolo della terra, per giustificare " la necessità di avere altre fonti alternative al petrolio". l’ultima mossa del regime di Tehran per couponizzazione della benzina va letta in questa direzione. Non escludo le difficolta iraniane a reperire i prodotti petroliferi ma sfruttare tale dificoltà a fini di giustificare la necessità di avere energia nucleare è una mossa da prendere seriamente in considerazione.

Di recente sono testimone di alcune dichiarazione da parte delle persone che coscentemente o in coscentemente stanno portando acqua nel mulino della bomba atomica dei mullah riferendosi alla recente couponizzazione della benzina cercao di giustificare la necessità di avere altre fonti di energia. Le risoluzioni dell’Onu arrivano uno dopo altro. Ed è rimasto poco tempo. Le proteste popolare si dilagano quotidianamente. Quasi tutti i giorni si manifestano nelle strade delle città iraniane degli scontri abbastanza violenti tra la popolazione e le forze dell’ordine. In primo piano ci sono le università iraniane tra cui Amir Kabir, dove gli studenti in un fatto eroico hanno dato alle fiamme l’immagine di Ahmadinejad durante un suo intervento.

D.karimi 

Presidente dell´Associazione Rifugiati Politici Iraniani in Italia
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,915FollowersFollow