lunedì, Giugno 24, 2024
HomeNotizieIran NewsIran: 11 Manifestazioni di protesta a Teheran e in altre città 

Iran: 11 Manifestazioni di protesta a Teheran e in altre città 

La protesta dei lavoratori della diga di Gachsaran 

CNRI – Domenica 23 Aprile si sono tenute diverse manifestazioni di protesta in varie città di tutto l’Iran, per protestare contro le difficili condizioni di vita e i furti sponsorizzati dal governo. Ecco 12 di questi episodi che gettano un po’ di luce sulla situazione complessiva in Iran. 

Teheran – Manifestazioni fuori dal parlamento

Un gruppo di insegnanti della scuola materna, tutte donne, hanno manifestato a Teheran fuori dal parlamento del regime chiedendo un impiego stabile.

Gli studenti e i laureati alla facoltà di ingegneria, privati di qualunque posto di lavoro, hanno anch’essi manifestato fuori dal parlamento del regime.

Circa 300 persone provenienti dalla provincia di Ilam, Iran sud-occidentale, ha protestato contro il Ministero dell’Energia che ha confiscato le loro terre, chiedendo che gli vengano restituite.

“13 anni fa hanno confiscato la nostra terra, dicendo che dovevano costruire una centrale elettrica. Ma 13 anni dopo non c’è nessuna traccia di diga, né di centrale elettrica”, ha detto un lavoratore.

Circa 300 impiegati e operai della Village Communication Company, delle province del Lorestan, Chahar Mahal Bakhtiar e Kohgilaviye e Boyer Ahmed, hanno manifestato fuori dal parlamento per chiedere lavoro.

Gli operai della rete elettrica in pensione hanno protestato a Teheran

Un gruppo di operai della rete elettrica regionale di Teheran, che 20 anni fa avevano acquistato le loro terre attraverso l’Azienda Elettrica di Teheran, si sono riuniti a protestare per non aver ricevuto le terre promesse.

La manifestazione degli impiegati del comune di Tabas 

Domenica gli impiegati del comune di Tabas hanno scioperato, protestando per non aver ricevuto i loro salari. Questi impiegati sono associati alla Zarrin Barekat Company e per un certo periodo sono stati sotto contratto con il comune. Ma ancora non hanno ricevuto i loro salari.

“Non abbiamo ricevuto i nostri bonus per il Nuovo Anno o le pensioni. Non sono stati neanche pagati gli straordinari”, ha detto un manifestante.

Sciopero al bazaar di Jalfa

I commercianti della città di Jalfa, Iran nord-occidentale, hanno scioperato per protestare contro una nuova tassa del 6%  sui beni trasportati dai corrieri.

“Devono fermare questo traffico di merci di contrabbando e devono iniziare a prendere provvedimenti contro le merci di contrabbando. I funzionari di governo sanno bene che dai 3000 ai 5000 containers di merce di contrabbando entrano a Bandar Abbas (Iran sud-orientale), ma nessuno li ferma. Però stanno fermando le importazioni a Jalfa, che non corrispondono neanche alla quantità trasportata da un camioncino”, ha detto un commerciante in sciopero.

La protesta dei lavoratori della diga di Gachsaran 

Un gruppo di lavoratori della diga di Gachsaran ha organizzato una manifestazione fuori dall’ufficio del governatorato del regime in questa città, per protestare contro la mancata corresponsione dei loro salari degli ultimi otto mesi.

“A nome dei 2000 lavoratori della diga di Gachsaran… a tutt’oggi non abbiamo ancora ricevuto i salari degli ultimi otto mesi, cosa che ha provocato grossi problemi a noi e alle nostre famiglie”, ha detto un lavoratore alla manifestazione.

I lavoratori licenziati di una fabbrica di Ghazvin protestano durante il discorso di Rouhani

Durante la visita del presidente iraniano Hassan Rouhani, molti lavoratori licenziati da una fabbrica di Ghazvin (ad ovest di Tehran) hanno manifestato sabato fuori dall’ufficio del governatorato.

Questi operai lavoravano nelle fabbriche di banconi di Farnakh, Naznakh e in altre aziende. Ora sono disoccupati e manifestano per domandare le loro pensioni che non ricevono da diversi mesi.

“Ci avevano promesso il lavoro e noi chiediamo di essere pagati. Oggi dopo molti mesi, nessuna di queste promesse di lavoro si è realizzata e dobbiamo ancora ricevere tutti gli altri pagamenti degli ultimi mesi”, ha detto un operaio alla manifestazione.

La protesta dei minatori

I lavoratori delle miniera di Sarkhas Agh Darband hanno protestato fuori dal governatorato della provincia di Khorasan Razavi. Questi minatori non ricevono i loro salari da 13 mesi.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
42,222FollowersFollow