domenica, Febbraio 5, 2023
HomeNotizieIran NewsIl vice-Presidente iracheno: “E' inaccettabile che l'Iran dichiari Baghdad 'capitale dell'Impero Persiano'”

Il vice-Presidente iracheno: “E’ inaccettabile che l’Iran dichiari Baghdad ‘capitale dell’Impero Persiano’”

Il vice-Presidente iracheno Iyad Allawi ha detto a Sky News che il coinvolgimento dell’Iran nel suo paese è inaccettabile e che non riesce a respingere i combattenti dello Stato Islamico.

Allawi ha detto di essere molto preoccupato per la crescente influenza del regime iraniano sui gruppi filo-iraniani che combattono nella guerra contro l’ISIS in Iraq.

Ed ha aggiunto: “Penso che l’ingerenza di qualunque potenza regionale, o di qualunque potenza in generale, negli affari iracheni sia inaccettabile”.

“Comportarsi in questo modo, inviando ufficiali per combattere e guidare le truppe, dichiarando che Baghdad è la ‘capitale dell’impero persiano’, è inaccettabile”, ha detto.

Ali Younessi, Assistente Speciale di Hassan Rouhani ed ex-Ministro dell’Intelligence e della Sicurezza, l’8 Marzo ha detto: “Al momento non solo l’Iraq è sotto l’influenza della nostra civiltà, ma rappresenta la nostra identità, la nostra cultura, il nostro centro e la nostra capitale. Così è oggi e così è stato in passato, perché la geografia dell’Iran e dell’Iraq è inseparabile e la nostra cultura è inseparabile. Perciò noi dobbiamo: o combatterci a vicenda o divenire un tutt’uno”.

“Noi difendiamo gli interessi del popolo della regione perché è tutto popolo dell’Iran. Tutti quelli che vivono nell’Altopiano Iraniano godranno della nostra protezione e noi li proteggeremo dalla minaccia dell’Islam reazionario,  dall’ateismo e dall’eresia, da una nuova dominazione ottomana, dalla dominazione wahhabita, dalla dominazione occidentale e dal sionismo. L’Altopiano Iraniano è sempre stato lo scrigno delle etnie iraniane, della civiltà iraniana e delle lingue iraniane. Le zone centrali, occidentali e orientali dell’Altopiano Iraniano sono sempre state lo scrigno che ha protetto, nutrito e coltivato le etnie iraniane e tutti quelli che vivono in questa regione fanno parte delle etnie iraniane”, ha detto Younessi secondo gli organi di stampa di stato.

L’Altopiano Iraniano citato dal regime comprende l’Iran e molte nazioni della regione, in particolare quelle dell’Asia centrale e della regione del Caucaso.

La dittatura religiosa dei mullah in Iran è costretta ad affrontare una crisi sia interna che esterna ed è intrappolata in un tremendo impasse nei negoziati sul nucleare, tanto che le conseguenze di una sua rinuncia alla produzione della bomba atomica, o il voler insistere nel portare avanti questa attività, sono ugualmente, terribilmente pericolose per tutto il regime nel suo complesso. Per questo il regime ha trovato la sua unica via di fuga nella diffusione della sua ingerenza e nel fomentare le guerre nei paesi della regione.

Approfittando della politica di accondiscendenza degli Stati Uniti e dei paesi occidentali, i leaders del regime di diverse fazioni, stanno intensificando la loro ingerenza nei paesi della regione.

E ora, per mostrarsi forti, nascondere le loro debolezze e la loro crisi interna, stanno ammettendo l’esportazione del terrorismo e del fondamentalismo e la loro aggressione ai danni degli altri paesi della regione.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,935FollowersFollow