sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieIran NewsCNRI: Il regime iraniano costruisce un nuovo sito nucleare segreto

CNRI: Il regime iraniano costruisce un nuovo sito nucleare segreto

PARIGI 18 Novembre 2013 (AFP) – Un gruppo di opposizione in esilio ha affermato lunedi di aver scoperto un nuovo sito nucleare militare sotterraneo in Iran ed ha esortato le potenze mondiali a costringere Tehran, durante I colloqui di questa settimana a Ginevra, a rinunciare a tutte le attività di arricchimento dell’uranio.

 

Il Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, con base a Parigi, ha detto che le sue fonti nel paese hanno confermato l’esistenza di questo sito militare, nome in codice “012”, ma il gruppo ha detto di non poter essere certo di cosa stia avvenendo all’interno della zona di massima sicurezza.

Il CNRI ha rivelato aspetti importanti del programma nucleare iraniano in passato, compresa l’esistenza della struttura di Natanz nel 2002, ma gli esperti hanno accolto molte altre loro affermazioni con scetticismo.

“Il regime teocratico (in Iran) prosegue con i suoi progetti segreti e non dichiarati…. Ha realizzato moltissime strutture segrete e sotterranee”, ha detto ai giornalisti il rappresentante del CNRI Mehdi Abrishamchi.

Abrishamchi ha detto che il sito appena scoperto è situato nel complesso militare di Haft-e Tir, a circa 10 km (6 miglia) dalla città di Mobarakeh nella provincia di Isfahan.

Il sito si trova all’interno di un tunnel di 600 metri (650 yarde), contiene quattro gallerie ed è massicciamente sorvegliato, ha detto.

I lavori su questo progetto sono iniziati nel 2005, la costruzione dei tunnels completata nel 2009 ed i lavori sulle strutture del sito “sono stati appena completati”, ha detto.

Il CNRI ha detto che le sue informazioni si basano su “molteplici valutazioni dell’intelligence …. all’interno dell’Iran”, comprese “decine di fonti interne al regime teocratico”, ha detto Abrishamchi.

Ha detto inoltre che il sito viene gestito da una agenzia segreta di armamenti nucleari nota come “SPND” e diretta da un famoso scienziato iraniano, Mohsen Fakhrizadeh, il quale afferma di essere incaricato del presunto programma sulle armi atomiche del regime.

“Visto che questo sito è stato costruito ed è supervisionato dall’SPND… vi è certezza sul fatto che questo sito sia legato all’aspetto militare del programma nucleare”, ha detto  Abrishamchi.

Il CNRI non ha potuto tuttavia confermare lo scopo del sito.

“Potrebbe essere un’area per la ricerca o altre attività”, ha detto. “Non abbiamo informazioni di intelligence sull’installazione, ad esempio, di centrifughe”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,489FollowersFollow