mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsArbitraria esecuzione di massa di 10 prigionieri a Tehran. Un chiaro caso...

Arbitraria esecuzione di massa di 10 prigionieri a Tehran. Un chiaro caso di crimine contro l’umanità

Richiesta al Consiglio di Sicurezza dell’ONU perché indaghi sulle crudeli e sistematiche violazioni dei diritti umani in Iran

I leaders del regime di Tehran devono essere processati per crimini contro l’umanità

La dittatura religiosa al governo in Iran ha impiccato oggi, Lunedi 22 Ottobre, 10 prigionieri con una escuzione di massa e arbitraria. Ciò è avvenuto nonostante nessuna delle vittime avesse avuto un giusto processo come secondo la legge. Le famiglie dei prigionieri hanno ripetutamente inscenato proteste di fronte agli uffici governativi, chiedendo giustizia ed un processo giusto e pubblico per la revisione delle accuse contestate alle vittime. Queste impiccagioni hanno avuto luogo nonostante moltissime organizzazioni, incluso gli inviati speciali delle Nazioni Unite, avessero chiesto che queste crudeli sentenze non venissero applicate.
Saeed Sadeghi, una delle vittime, era stato condannato durante un processo-farsa durato solo pochi minuti. Aveva respinto tutte le accuse e rivelato le torture e minacce che aveva dovuto subire.
Il fascismo religioso al governo in Iran, travolto dalla crisi economica, dal crescente isolamento internazionale, dal diffondersi di un malcontento sociale senza precedenti, sta cercano di contenere questo malcontento sociale crescente  per evitare la sua caduta, intensificando il regno del terrore e della repressione e in particolare le impiccagioni di massa. Il numero delle esecuzioni è andato incredibilmente aumentando quest’anno. Amnesty International ha annunciato il 9 Ottobre che 344 persone erano state giustiziate in Iran dall’inizio del 2012. Contando le esecuzioni non annunciate, il numero reale è molto più alto.
La Resistenza Iraniana si rivolge al Consiglio di Sicurezza dell’ONU perché indaghi sulle crudeli e sistematiche violazioni dei diritti umani in Iran, in particolare sulle esecuzioni arbitrarie e richiede la formazione di un tribunale internazionale per processare i leaders del regime. Ali Khamenei, Mahmoud Ahmadinejad e gli altri leaders del regime sono criminali contro l’umanità e criminali di guerra per aver perpetrato innumerevoli esecuzioni, massacrato rifugiati iraniani e persone protette secondo la Quarta Convenzione di Ginevra ad Ashraf, massacrato gente innocente in Siria e in Iraq, per aver continuato la guerra contro l’Iraq ed in particolare aver spedito centinaia di giovani nei campi minati ed aver autorizzato centinaia di operazioni terroristiche.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
22 Ottobre 2012 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow