lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieResistenza Iraniana23° giorno di blocco del carburante, del cibo e delle medicine a...

23° giorno di blocco del carburante, del cibo e delle medicine a Camp Liberty per ordine delle forze di Maliki

Martedì 2 e mercoledì 3 Settembre le forze al comando di Maliki hanno nuovamente impedito l’ingresso del carburante e dei generi alimentari a Camp Liberty. Così sono ormai 23 giorni che Maliki ha ripreso il disumano e criminale blocco a Camp Liberty per conto del regime iraniano.

Impedendo l’arrivo del carburante il Governo dell’Iraq ha provocato l’interruzione dell’elettricità e il blocco di tutte le infrastrutture e dei servizi comuni del campo, costringendo i residenti a vivere con  48°C in containers di metallo senza aria condizionata. Molti residenti hanno subito colpi di calore e sono in condizioni molto critiche.

Privare i residenti di Camp Liberty del carburante, specie con la torrida estate irachena, in un campo in cui tutte le infrastrutture e le operazioni quotidiane dipendono dall’elettricità, è un crimine disumano i cui responsabili devono essere perseguiti.

La Resistenza Iraniana chiede alle Nazioni Unite e al Governo degli Stati Uniti, che si sono ripetutamente impegnati per iscritto riguardo alla sicurezza e all’incolumità dei residenti, di prendere misure immediate per annullare questo assedio disumano e far arrivare i camion del cibo, del carburante e degli altri beni necessari normalmente e quotidianamente.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

4 Settembre 2014

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,449FollowersFollow