venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeX-NewsX-RegimeEnormi istituti finanziari sotto il controllo del leader supremo del regime iraniano...

Enormi istituti finanziari sotto il controllo del leader supremo del regime iraniano non sono di aiuto alle persone coinvolte nel Coronavirus

Astan Quds Razavi's museum

Il museo di Astan Quds Razavi

Il coronavirus è entrato in Iran dalla Cina alla fine di gennaio 2020 e si è diffuso in tutto l’Iran a causa dell’inazione, della menzogna e della copertura del regime iraniano. Finora ha spezzato la vita di oltre 26200 persone. Il regime dei mullah, in particolare le potenti fondazioni finanziarie affiliate al leader supremo del regime Ali Khamenei, nonostante dispongano di enormi risorse finanziarie, non sono state di alcun aiuto per le persone e miravano a utilizzare l’epidemia come un’opportunità e come una leva per eliminare le sanzioni internazionali .

Sin dai primi giorni dello scoppio, la Resistenza iraniana ha sottolineato che le enormi risorse delle fondazioni finanziarie come l’esecuzione dell’Ordine dell’Imam Khomeini (EIKO), Astan Quds Razavi e altre enormi fondazioni possedute dal leader supremo, dovrebbero essere rese disponibili al pubblico per combattere il coronavirus. Il regime, invece di fornire questi beni ai bisognosi, sta spingendo i poveri ad andare al lavoro e porre fine alla quarantena e allo stesso tempo incolpare le sanzioni internazionali per la diffusione dell’epidemia. Il fatto che il leader supremo del regime detenga così grandi ricche fondazioni è ampiamente conosciuto in Iran, tanto che anche i media del regime citano questo fatto.

Il quotidiano Jomhuri – e Eslami, finanziato dallo stato, nel suo editoriale del mullah Massih Mohajer, che è stato caporedattore di questo giornale dal 1981, si è concentrato su questo tema. Massih Mohajer era consigliere di precedenti presidenti del regime nelle amministrazioni di Hashemi Rafsanjani e Mohammad Khatami. È stato rappresentante dell’attuale presidente del regime, Hassan Rouhani presso l’Università delle religioni islamiche dal settembre 2013.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,404FollowersFollow