mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeEventsMeetingIran-Rajavi: I cittadini iraniani desiderano la libertà e la democrazia

Iran-Rajavi: I cittadini iraniani desiderano la libertà e la democrazia

 Image

Intervento della Sig.ra Rajavi alla camera dei deputati

Oltre tutto, per il mio popolo, che sta soffrendo sotto una crudele dittatura religiosa, vedere e sentire l'affezione e la solidarietà italiana è encomiabile.
 
Ed oggi, sono veramente lieta di vedere che la maggioranza del parlamento italinano, sostenendo la resistenza iraniana, nelle condizioni più complicate, ha disegnato la politica più corretta. 
Come diceva Leonardo da Vinci, "il sapere non è sufficiente, dobbiamo applicare".  
Tanti saluti a tutti loro.

L’intervento della signore Maryam Rajavi, presidente eletta del CNRI
Alla Camera dei deputati italiana, Sala delle Colonne – Roma
23 luglio 2008

Signor Presidente
Onorevoli deputati, 
Signore e signori
Distinti presenti,
  
Sono felice di essere presente qui nella Casa della democrazia italiana.
A nome del mio popolo, saluto l'Itaia e la sua grande nazione ed i suoi eletti rappresentanti. Il vostro bellissimo paese, con la sua  magnifica cultura ed eccellente civiltà e con i suoi affettuosi cittadini, è molto rispettato in Iran.
  
Il mondo è veramente debitoso nei confronti d'Italia, sia a causa del ruolo pionieristico degli italiani nel lottare contro l'inquisizione durante il Medioevo, sia a causa del ruolo storico d'Italia nella rinascita e sia per il suo importante ruolo nell'avanzare la scienza e l'arte.  
 
Oltre tutto, per il mio popolo, che sta soffrendo sotto una crudele dittatura religiosa, vedere e sentire l'affezione e la solidarietà italiana è encomiabile.
 
Ed oggi, sono veramente lieta di vedere che la maggioranza del parlamento italinano, sostenendo la resistenza iraniana, nelle condizioni più complicate, ha disegnato la politica più corretta. 
Come diceva Leonardo da Vinci, "il sapere non è sufficiente, dobbiamo applicare".  
Tanti saluti a tutti loro.
   
Cari amici,

L'anno scorso, il popolo iraniano ha intrapresero più di cinque mila azioni di protesta contro la dittatura dominante in Iran.  I cittadini iraniani desiderano la libertà e la democrazia.
   
Il regime dei mulla si mantiene al potere solo con la più  brutale oppressione della società iraniana, ciò con l'impiccagione per le strade dei minorenni, amputando lembi in pubblico, con miliaia degli arresti arbitrari quotidiani e con le lapidazioni. Attualmente, otto donne ed un uomo sono in attesa di essere preso a sassate a morte. 
  
Il regime è nella assoluta debolezza ed è circondato da diverse crisi politiche ed economiche.   

Ma la debole ed l'oscillante politica dell'occidente che è il risultato di negligenza nei confronti dei mulla, ha permesso il regime iraniano di mostrare i muscoli.  
  
I governi occidentali ignorano lo stato esplosivo della società iraniana. Loro ignorano anche la capacità della organizzata resistenza del popolo iraniano.  Loro ignorano che i mulla hanno  pochissimo appoggio nella società iraniana.

Loro non sono informati sulla fragilità assoluta del regime, il  
quale, da un anno all'altro perde sempre di più le sue base sociali. 
Ma, al contrario sono intimiditi dagli inganni dei mulla e vedono l'esportazione del terrorismo ed il fondamentalismo del regime come un segnale di potere.    
 
Durante i colloqui del 19  luglio a Ginevra con i paesi 5+1, il rappresentante del regime iraniano parlava della "capacità politica, economica e di sicurezza dell'Iran", in altre parole stava usando le loro ingerenze ed il terrorismo applicato in Iraq, Libano e l'Afghanistan come un strumento di pressione.   
 
Sfortunatamente, i paesi occidentali, durante i cinque anni passati, e attraverso infruttiferi e prolungate negoziazioni hanno provvisto al regime
l'opportunità di comprare il tempo. Loro per attirare l'attenzione di questo regime offrono diversi concessioni ed incentivi uno dei quali è stato effettuare delle restrizioni contro la resistenza iraniana.  
 
Tutto questo formano una distruggente politica che spedisce alla barbara tirannia dominante in Iran un messaggio di debolezza.
 
Di conseguenza, i mulla da una parte ricevono continuamente dei incentivi e dall'altra parte aumentano la velocita' della produzione della bomba atomica.
Più recentemente, loro hanno provato lo sparo dei missili con una portata di 2,000 chilometri, i quali possono arrivare ad Europa.  
In realtà, il regime iraniano sfida con un comportamento dai banditi solo a causa della debolezza e ritirata dell'Occidente.

  
Spettabili onorevoli, 
Noi sappiamo che il regime iraniano usò il ricatto ed approfittò dei colloqui nucleari così come approfittò dei contratti petroliferi per mantenere il nome dei Mojahedin nell'elenco terroristico.   
 
Questa decisione viola i verdetti delle corti britaniche e quello di Lussemburgo. Questa decisione arbitraria viola anché la regola di legge.
Un insulto alla maggioranza del parlamento italiano, quello francese, belga e ai 2000 parlamentari europei che, nelle loro dichiarazioni, avevano chiesto rimuovere il nome dei Mojahedin dalla lista del terrore.
   
I mulla useranno il mantenimento di PMOI nella lista, come una via libera per continuare le esecuzioni in Iran. 
 
Loro inoltre useranno questa etichetta per provocare una catastrofe filantropo contro i residenti di Ashraf in Iraq, cioé il quartiere di 3500 membri del PMOI.  
   
Il popolo e la resistenza iraniani chiedono all'occidente di fermare la politica d'appagamento nei confronti dei loro assassini. Questa politica ha trascinato il mondo verso il rischio di una guerra, e proprio per questo noi abbiamo proposto al mondo una terza scelta:   nè all'appagamento, nè alla guerra.  ma il cambiamento democratico per la mano del popolo iraninano e la sua giusta resistenza. 
  
Tale cambiamento è alla portata di mano. I governi occidentali, con l'etichetta del terrore contro i Mojahedin e con la partecipazione virtuale nella soppressione dell'opposizione, hanno agito come il più grande ostacolo sul cammino del cambiamento in Iran. Altrimenti, questa Resistenza ha la capacità di realizzare tale cambio.  
 
La Resistenza conta sul  vasto appoggio popolare in Iran e ha pagato il più alto prezzo per ottenere la libertà. 120.000 tra i suoi membri ed i sostenitori sono stati giustiziati dai mulla.
 
Tale Resistenza, per la prima volta nel 2002, ha informato la communità internazionale sul segreto  programma nucleare iraniano e rivelò, attraverso le sue affidabili fonti in Iran, i siti nucleari del regime. Il vasto sostegno popolare cui gode la Resistenza Iraniana all’interno del paese si materializza negli aiuti economici e nell’organizzazione delle manifestazioni in Iran. 
 
Il 28 giungno scorso in un enorme raduno à Parigi, settanta mila partecipanti hanno espresso il loro sostegno alla resistenza e alla sua soluzione. Loro facevano l'eco delle richieste di ottanta milione iraniani che sono incatenati dentro il paese.   
 
Questa Resistenza ha offerto un'alternativa politica: vale a dire il Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, un parlamento in esilio con i più di 530 membri 52% dei quali sono donne.  
 
Permettetemi di illustrarvi brevemente le nostre visioni sull'Iran di domain:

1. Dal nostro punto di vista, la scatola di palla è l'unico marchio di garanzia per la legittimità. Di conseguenza, noi cerchiamo una repubblica basata sul suffragio universale. 
2. Noi vogliamo un sistema pluralistico, libertà dei partiti e  delle riunioni.  Noi rispetteremo tutte le libertà individuali.  Espressione di opinioni, discorsi ed i mass-media sono completamente liberi ed è proibita ogni modo di censura o indagini.  
3. Nell'Iran libero di domani, noi sosteniamo l'abolizione della sentenza di morte. 
4. La resistenza iraniana realizzerà la separazione tra lo Stato e religione.  Sarà proibita ogni forma di discriminazione contro i seguaci delle altre religioni e denominazioni.
5. Noi crediamo nella piena uguaglianza di genere nei diritti politici e sociali. Crediamo inoltre nella partecipazione delle donne nella dirigenza politica. Le donne saranno libere di scegliere il loro abbigliamento.  
6. Noi vogliamo instaurare un moderno sistema legale basato sui principi di presunzione dell'innocenza, il diritto di difesa ed il diritto di essere processato in una corte pubblica. Noi cerchiamo anche alla piena indipendenza dei giudici.  Le crudeli e degradanti punizioni così come le leggi di Sharia dei mulla non avranno luogo nell'Iran di domani.
7. Noi crediamo fermamente nella "Carta di Dichiarazione Universale dei Diritti Umani", rispettiamo le alleanze e  le convenzioni internazionali, tra cui "la convenzione contro la tortura" e "la convenzione sull'eliminazione di tutte le forme della discriminazione contro le donne".
8. Noi riconosciamo la proprietà privata, l'investimento privato e l'economia di mercato.
9. La nostra politica estera sarà basata sulla coesistenza pacifica, sulla pace internazionale e regionale e sulla cooperazione bilatrale, così come rispetto per il Noleggio delle Nazioni Unite. Noi favoriamo le relazioni con tutti i paesi.
10. Noi vogliamo che l'Iran libero di domani sia privo di arma nucleare ed arma di distruzione di massa.  
   
Chiedo a voi onorevoli deputati del parlamento italiano di estendere il vostro appoggio per un cambiamento democratico in Iran. E' giunto Il momento per chiedere al vostro governo di riconoscere il Consiglio Nazionale della Resistenza iraniana. 
 
Concludo il mio intervento pagando il tributo ad uno dei simboli dell'amicizia tra il popolo iraniano e quello italiano. Lui è Mohammad Hossein Naghdi, il rappresentante del NCRI in Italia che fu assassinato nel 1993dai diplomatici – terroristi dei mulla a Roma.
 
Due anni fa, la corte criminale di Roma annunciò che l'assassinio di Naghdi è stato deciso dalla più alta autorità del regime iraniano. 
 
Naghdi e altri cento venti milla giustiziati dai mulla è il più alto prezzo che il popolo iraniano ha pagato sul cammino della libertà.  
 
il popolo iraniano merita conquistare la libertà e la democrazia e vi chiede il pieno sostegno.  

Grazie a tutti

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,405FollowersFollow