domenica, Novembre 27, 2022
HomeEventsMeetingIran: 700 dignitari iracheni,incolpano il regime iraniano per l'attuale crisi dell'Iraq

Iran: 700 dignitari iracheni,incolpano il regime iraniano per l’attuale crisi dell’Iraq

ImageCNRI, 4 ottobre I- Più di 700 dignitari iracheni, inclusi parlamentari,esponenti politici e governativi,giuristi e capi tribali,in una lettera indirizzata alla Segreteria Generale delle Nazioni Unite incolpano il regime iraniano per l’attuale crisi dell’Iraq.
 
In particolare chiedono alle Nazioni Unite di indire delle elezioni anticipate in Iraq con le necessarie garanzie internazionali.Hanno chiesto alla Segreteria Nazionale delle Nazioni Unite di cominciare immediatamente questa operazione che è un diritto inalienabile della popolazione irachena.

La lettera inoltre afferma che "4 milioni di rifugiati,650 mila morti e milioni di feriti,oltre alla devastazione di tutte le infrastrutture economiche ,sociali,statali e della sicurezza,è il duro prezzo pagato a causa dell’infiltrazione del regime iraniano e dei suoi procuratori nel nostro paese.
 
"La cosa penosa è che il nostro paese sta passando atttraverso la più brutale soppressione che viene però celata sotto la maschera democratica delle "legittime elezioni".
 
"Tutti sanno che le basi su cui poggia il governo non sono la democrazia o il voto della popolazione,ma le stragi,il terrorismo, le squadre della morte,l’infondere il terrore e l’importare bombe dall’Iran.
 
"In passato molti capi delle commissioni democratiche del Parlamento hanno chiesto una nuova elezione per porre fine alla  violenta soppressione e alle brutali azioni compiute dall’attuale regime."

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,375FollowersFollow